Tra Udine e Trieste (e non sono scomparso!)

Non scrivo da alcuni giorni, lo so. Gli incontri continuano incalzanti e sempre arricchenti, ma la stanchezza ogni tanto prende il sopravvento. Anche il Friuli Venezia Giulia si è rivelata una relatà complessa, sfaccettata e ricca di esperienze notevoli. Molti i legami con la Sardegna, nonostante le differenze geofrafiche.

Finora sono stato in Carnia, a Pontebba, ad Udine e provincia e ora mi sto spostando verso Trieste (con soste a Monfalcone e Turriaco). Ancora due giorni di incontri e poi mi fermo a rifiatare e avrò il tempo di raccontarvi quello che sto vivendo e gli incontri che sto facendo.

Nel frattempo Paolo, dopo due splendide settimane condivise è dovuto rientrare a Roma e da lunedì mi sta accompagnando Erica, un’amica fotografa ligure. E’ stimolante e arricchente anche questo: confrontarsi con sempre nuovi compagni di viaggio e vedere questi mondi con i loro occhi, cercando di uscire sempre più dagli stereotipi e dagli automatismi.

In questi giorni la campagna di finanziamento al viaggio è inoltre entrata nel vivo. Qui accanto trovate un banner da scaricare e inserire sui vostri siti. Se credete che questa esperienza meriti di essere portata a termine e di avere in seguito il giusto respiro, aiutatemi: “viaggiate con me!”

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu: contribuisci col tuo 5 x mille!

Leggi anche

2 commenti
  1. Filippo
    Filippo says:

    Caro Daniel, il cammino è parte integrante della vita. Il tuo risultato è già ora. Sai bene quanto possa comprendere la difficoltà di viaggiare, comunicare, coordinare, raccontare, incontrare. Io lo faccio per mare e tu per terra. Ti seguo e continuerò a seguirti fino alla fine, incoraggiandoti.
    Stiamo cambiando. Siamo già cambiati.

I commenti sono chiusi.