FloraCult: Italia che Cambia alla mostra dei fiori di Roma

Dal 21 al 23 aprile Italia che Cambia sarà presente all'ottava edizione di FloraCult, la mostra mercato di piante e fiori che ogni anno si tiene a Roma nella splendida cornice dei Casali del Pino.

floracult-3

Italia che Cambia partecipa all’ottava edizione di FloraCult, la mostra mercato di piante e fiori che si terrà dal 21 al 23 aprile a Roma, ospitata dall’azienda agricola biologica I casali del Pino, in un contesto storico e naturalistico di rara bellezza, alle porte della capitale. La mostra florovivaistica è promossa e organizzata da Ilaria Venturini Fendi e curata da Antonella Fornai, nota esperta di giardini.

floracult-3

La manifestazione è nata contribuire a riportare la natura al centro della cultura, in un processo di integrazione di cui oggi è impensabile fare a meno. Attraverso la partecipazione di esperti vivaisti FloraCult si propone come laboratorio di idee e stimolo per la diffusione e lo sviluppo della conoscenza e dell’uso di piante adatte ad essere coltivate nei nostri giardini e balconi.

 

“Nella pittoresca cornice della campagna romana vivaisti produttori e colti collezionisti di piante insolite e rare incontreranno non solo esperti del mondo vegetale ma anche un pubblico di curiosi neofiti pronti a convertirsi al giardinaggio. C’è di sicuro tutto il tempo per riflettere e scegliere, facendosi guidare dai propri desideri e dai consigli di chi ha una lunga esperienza sul campo”, spiega Antonella Fornai.

 

“A chi mi chiede che lavoro faccio – afferma Ilaria Venturini Fendi – rispondo l’imprenditrice agricola con l’hobby del riciclo. Dopo aver a lungo lavorato nella moda, qualche anno fa ho acquistato I Casali del Pino perché spinta da un forte bisogno di vivere la mia vita con ritmi diversi. In questo luogo convertito al biologico ho convertito anche me stessa cercando di mettere salde radici nella terra, grazie alle quali sono tornata ad un progetto di design basato sul riuso di materiali con un interesse e una passione che avevo perso”.

 floracult2

“Ho accettato con entusiasmo questa iniziativa di Antonella Fornai – aggiunge – perché per I Casali del Pino è una diversa opportunità di aggregazione e di contatto con la natura da offrire a tutti. È  stato bello e stimolante entrare nel suo mondo, dove curare un giardino può aiutarci a trovare un approccio diverso al nostro sistema di vita. FloraCult è un punto di arrivo ma anche un inizio e vorrei che I Casali del Pino fossero un riferimento per tutti quelli che come me hanno questa sensibilità o vogliono ritrovarla”.

 

La manifestazione prevede un ricco programma di eventi, presentazioni, laboratori, corsi e visite guidate.

 

Quest’anno ad aprire l’evento sarà il Direttore d’Orchestra Peppe Vessicchio che venerdì 21 alle ore 11 presenterà il suo libro “La musica fa crescere i pomodori”, che racconta come l’armonia della musica si metta in relazione con l’armonia della natura.

 

Nella stessa giornata Cristiana Mancinelli Scotti, esperta di giardini, e Alessandro Biagioli, collezionista di Aceri, confronteranno le loro esperienze solo in apparenza lontane: “Come le foglie di Linosa comunicano con quelle della Sabina”.

 

Seguirà alle 17 l’intervento del’’entomologo Gianumberto Accinelli che nel suo libro “I fili invisibili della natura” spiega che la natura intreccia fra gli esseri viventi fili invisibili da cui nascono tante storie da raccontare; diciotto sono quelle narrate nel suo libro provenienti da ogni parte del mondo. Con lui Irene Cuzzaniti, architetto e versatile artista del verde.

 floracult

Sabato 22 alle ore 11 interverrà ai Casali del Pino Cristiano Bottone, co-fondatore del Movimento di Transizione in Italia, esperimento sociale in grado di cambiare il futuro utilizzando “Testa, Mani e Cuore”. Dialogherà con lui Giancarlo Scialanga che ha fatto dell’arte uno strumento di potente innovazione sociale.

 

A seguire Andrea Degl’Innocenti presenterà al pubblico di FloraCult Italia che Cambia e “Roma che Cambia”, progetto di mappatura, racconto e messa in rete delle esperienze virtuose della capitale. Italia che Cambia sarà presente con uno stand per tutta la durata della mostra.

 

Nel pomeriggio di sabato è previsto poi l’incontro con Leonardo Guidoni, scienziato Docente di Chimica all’Università degli Studi de L’Aquila. La quantità di energia solare catturata dalla fotosintesi attraverso le foglie è immensa, studi recenti dimostrano che si può produrre energia pulita dalla fotosintesi artificiale. “Fotosintesi Naturale e Foglie Artificiali”, questo l’argomento rivoluzionario di cui parlerà Leonardo Guidoni.

 

Alessandro Magagnini, giovane emergente nel mondo del florovivaismo, racconterà poi con ritmo serrato, nel suo primo libro “Il fiore all’occhiello”, le esperienze creative che realizza nel vivaio di famiglia.

 

Inoltre, per tutta la durata della manifestazione, i Casali del Pino ospiteranno eventi permanenti, laboratori e lezioni. Il Garden Club Giardino Romano assegnerà poi un premio al vivaio di maggiore interesse per ricerca ed esposizione.

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu, diventa un Agente del Cambiamento.

Leggi anche