L’arte dello spazzacamino scende in piazza!

Appuntamento storico del Piemonte, giunge alla sua trentaseiesima edizione il Raduno Internazionale dello Spazzacamino, che torna da venerdì primo settembre a lunedì quattro settembre 2017.

raduno-internazionale-dello-spazzacamino-2017 - Copia

Organizzato dall’Associazione Nazionale Spazzacamini a Santa Maria Maggiore, nella Valle Vigezzo in provincia di Verbania, culla del mestiere dello spazzacamino e con la collaborazione del Comune di Santa Maria Maggiore e della Pro Loco di Santa Maria Maggiore, l’appuntamento è ormai uno degli eventi più conosciuti in Nord Italia, oltre che un evento unico al mondo.

 

Musica, sfilate, racconti tradizionali e rievocazioni storiche della pulitura di camini e stand enogastronomici caratterizzeranno questi quattro giorni di raduno, coinvolgendo anche altri comuni della zona come Druogno e Domodossola; Austria, Germania e Svizzera le nazioni più rappresentate, ma le centinaia di spazzacamini arrivano ormai da anni anche dai paesi dell’est Europa, così come da quelli scandinavi, da Stati Uniti e Giappone e – per la prima volta nel 2017 – persino dalla Russia.

raduno-internazionale-dello-spazzacamino-2017

 

La giornata più caratteristica sarà quella di domenica tre settembre a Santa Maria Maggiore, dove dalle ore dieci si terrà la scenografica sfilata, tra le vie e piazze del paese, di centinaia di spazzacamini con i loro attrezzi da lavoro, accompagnati da gruppi folcloristici e numerose bande musicali. Successivamente avrà luogo la rievocazione storica della pulitura dei camini con l’utilizzo degli attrezzi che lo spazzacamino usava nei tempi passati: la raspa, una spatola di ferro col manico ad uncino da appendere alla cintura dei pantaloni; il riccio, insieme di lamelle a raggiera ricavate dalle molle di sveglie e orologi da campanile; la squareta, bastone allungabile alla cui sommità si agganciava il riccio; il brischetin; lo scopino; una lunga fune; dei pesi; il sach, sacco per riporre la fuliggine.
I tetti delle abitazioni si popoleranno di spazzacamini che, con i vecchi attrezzi, rievocheranno i rüsca di un tempo nel lavoro di pulitura del camino e nell’aria riecheggerà il Taròm, il gergo dello spazzacamino.

 

 

La Valle Vigezzo ha una storia fortemente legata a questo mestiere, tanto da essere nominata nelle mappe del XVI secolo come “Valle degli Spazzacamini”. Da queste terre, nel 1800, intere generazioni di emigranti spazzacamini partirono verso Francia, Austria, Germania ed Olanda. All’interno del paese di Santa Maria Maggiore, che rappresenta il centro della Valle Vigezzo, è presente un museo unico in Italia interamente dedicato agli spazzacamini, visitato ogni anno da una decina di migliaia di persone.

raduno-internazionale-dello-spazzacamino-2017-1504089404

Tra tradizioni, storie autentiche e a volte drammatiche da scoprire e valorizzare, colori e profumi di un tempo e considerazioni anche sul futuro per il mestiere, insieme alla magia e al divertimento, il Raduno Internazionale dello Spazzacamino è un evento che riesce a unire perfettamente storia, turismo e gastronomia: il venerdì sera per tutto il borgo di Santa Maria Maggiore ci sarà l’immancabile appuntamento con la “Notte nera”, un evento a cura dei commercianti del borgo, che inizierà alle ore 18.00 e lungo sette ore proporrà varie postazioni di musica live, botteghe alpine aperte tutta la notte, aperitivi e degustazioni tipiche in tutto il paese, mentre la giornata di lunedì quattro settembre a Domodossola costituirà un’importante operazione turistica tendente a far conoscere le bellezze naturali e i centri più affascinanti del territorio agli spazzacamini ospiti.

 

 

Articolo tratto da Piemonte che Cambia 

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu, diventa un Agente del Cambiamento.

Leggi anche