“E ora si cambia”, esce il nostro libro con visioni e azioni per costruire un Paese migliore!

È finalmente uscito nelle librerie “E ora si cambia”, il libro a cura di Andrea Degl’Innocenti e Daniel Tarozzi (edito da Terra Nuova e Arianna Editrice). Una raccolta di visioni e azioni per costruire un Paese più sostenibile, equo e felice, scritto assieme ai cento migliori esperti di cambiamento italiani, rappresentanti di associazioni, comitati, imprese e università. Un piccolo vademecum teorico-pratico per cambiare in meglio la propria vita, la propria comunità, il Paese intero.

e-ora-si-cambia-236252 - Copia

e-ora-si-cambia-236252

“E ora si cambia”: la visione per il 2040 di 100 protagonisti del cambiamento

E ora si cambia. È il titolo del libro, ma anche un’esortazione ad un’azione quanto mai urgente e necessaria. L’auspicio è che questo manuale possa aiutare ed orientare tutte le persone che si muovono sul difficile crinale del cambiamento sia personale che collettivo.  Si chiama “E ora si cambia”, dicevamo ed è appena uscito grazie all’edizione di Terra Nuova e Arianna Editrice. È stato curato da me e da Daniel Tarozzi e contiene il contributo di cento esperti.

 

Tutto è nato da un’idea del nostro socio Filippo Bozotti, che per primo ha pensato di mettere a sistema l’enorme serbatoio di conoscenza rappresentato dalla rete di Italia che Cambia. Così abbiamo organizzato, nel 2015, diciassette tavoli tematici. Abbiamo scelto 17 argomenti da noi ritenuti centrali come salute, ambiente, scuola, economia, informazione, e abbiamo chiesto a 100 attori del cambiamento (rappresentanti di associazioni, cittadini e imprese che da anni si occupano dei diversi temi) di darci un quadro della situazione attuale, di immaginare un futuro ottimista ma realizzabile e di definire una serie di azioni che tutti possiamo fare per andare in quella direzione. Volevamo costruire un grande mosaico dell’Italia del 2040 e tracciare la strada per realizzarlo davvero partendo dalle nostre azioni quotidiane. A tre anni di distanza abbiamo deciso di aggiornare e sintetizzare quei contenuti e di renderli più facili da fruire attraverso questo libro.

 

Verso il 2040. Abbiamo scelto questo anno come proiezione del nostro futuro immaginario ma credibile. Probabilmente molte delle azioni che abbiamo ipotizzato non si realizzeranno, mentre succederanno tante cose che attualmente non si possono nemmeno immaginare. Tuttavia immaginare il futuro, pur consapevoli che non arriveremo esattamente nel luogo che abbiamo immaginato, non è un esercizio di stile: serve a dare una direzione, un orizzonte verso il quale muoversi.In ogni caso, il futuro immaginato per il 2040 non è utopico, ma possibile. Dipende solo da noi, da ognuno di noi, renderlo reale.

 foto-tavoli-1

Un lavoro collettivo. Questo libro è anche, soprattutto, frutto di un enorme lavoro collettivo. Il concentrato del sapere teorico-pratico e della capacità di immaginazione di oltre cento fra i principali esperti italiani sulle tematiche che abbiamo affrontato, rappresentanti a loro volta di realtà associative o imprenditoriali che ogni giorno hanno a che fare con questi problemi e queste possibilità. Un aspetto particolarmente interessante riguarda proprio il “come” abbiamo lavorato assieme. Usando tecniche di facilitazione, infatti, siamo riusciti a far collaborare fra di loro persone con visioni e idee spesso anche piuttosto distanti.

 

Abbiamo trasformato la diversità in una ricchezza, e questa è stata una delle soddisfazioni maggiori di questo percorso. Riuscire a fare lavorare gomito a gomito persone molto diverse in un clima piacevole e conviviale è stata una delle soddisfazioni più grandi. Alla faccia dei luoghi comuni che vorrebbero che nel nostro Paese siamo tutti individualisti ed incapaci di  collaborare! Inoltre, rileggendo i documenti per la scrittura di questo libro, è stato emozionante vedere quante proposte realistiche e concrete sono emerse.

 

Adesso non resta che attendere il 2040 per vedere se ci abbiamo preso!

 

Il libro “E ora si cambia” è disponibile a questo link

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu, diventa un Agente del Cambiamento.

Leggi anche