Resilienza e solidarietà nelle aree interne del Mediterraneo

Resilienza ambientale, presenza femminile, accoglienza e coinvolgimento delle persone fragili. Questi i temi al centro dell'evento organizzato per discutere insieme sulle caratteristiche e sui valori propri delle regioni interne del Mediterraneo. All'incontro previsto sabato 27 ottobre a Senarega, piccolo borgo del comune ligure di Valbrevenna, parteciperà in qualità di relatore Andrea Degl'Innocenti che porterà gli esempi di moltissime comunità resilienti italiane, cuore dell'Italia che Cambia.

achievement-3390230_960_720

Sabato 27 ottobre si riuniranno a Senarega, ospiti del Comune di Valbrevenna, cittadini provenienti dalla Corsica, e in particolare da due piccoli Comuni dell’entroterra corso, Evisa e Tolla, nonché una delegazione di greci provenienti da Ioannina, capoluogo dell’Epiro, per riflettere e discutere insieme sulle caratteristiche e sui valori propri delle regioni interne del Mediterraneo e dello spirito di solidarietà che spesso le anima.

 

Questo tema è considerato prioritario dall’Unione Europea ed è per questo che la Commissione, attraverso il suo Programma “Cittadinanza Europea” ha concesso un piccolo contributo per sostenere l’iniziativa. La giornata richiamerà anche lo spirito della cooperazione europea ed è inserita nei programmi delle giornate della cooperazione.

achievement-3390230_960_720

A questo primo incontro partecipano in qualità di relatori invitati Andrea Degl’Innocenti che attraverso Italia che cambia è in contatto con moltissime realtà italiane di comunità resilienti ed attive e Luigi Martella, Massimo Bondielli e Marco Matera dell’Associazione Caravanserraglio che utilizza la comunicazione visiva per restituire i lavori di indagine sociale legati ad eventi traumatici come l’inondazione dell’entroterra ligure, nei quali comunità locali hanno preso coscienza della loro situazione e intrapreso azioni di riscatto.

 

Il programma di lavoro della giornata svilupperà, con il coinvolgimento attivo dei partecipanti, tre temi di particolare interesse per i territori locali: la resilienza ambientale, la presenza femminile e l’accoglienza e il coinvolgimento delle persone fragili.

 

Per il programma completo clicca qui

 

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu: contribuisci col tuo 5 x mille!

Leggi anche