Dal repair cafè alla strada plastic-free: la festa del riuso di Bologna!

Una rete di associazioni bolognesi, con il supporto di Italia Che Cambia e il contributo del Comune di Bologna, organizza per sabato 15 dicembre un'intera giornata dedicata al riuso e alle buone pratiche. L'obiettivo è promuovere la sostenibilità ambientale, la coesione sociale e a valorizzare le risorse delle comunità locali.

festa del riuso 1_ant

L’associazione R.U.S.KO., in collaborazione con Rete SOCIAL STREET BOLOGNA – Gruppo RIUSO e “I 5 Centri del Quartiere Porto-Saragozza”, con il contributo del Comune di Bologna – Quartiere Porto-Saragozza, promuove il programma “RiPorto… I 5 Cortili Rigenerativi del Quartiere Porto-Saragozza”

festa del riuso 1Il progetto intende contribuire al recupero della sostenibilità ambientale, sociale ed economica delle nostre comunità attraverso l’organizzazione di “Feste del Riuso”, finalizzate alla riscoperta e valorizzazione del Riuso, dell’Autoriparazione e Rigenerazione dei beni, degli spazi comuni e delle relazioni, mettendo in connessione le persone e ri-definendo la vocazione dei Centri Sociali Ricreativi e Culturali trasformandoli in veri e propri “Cortili di Quartiere”.

 

ll sesto appuntamento del progetto è per sabato 15 Dicembre 2018 presso il Centro Sociale della Pace in via del Pratello 53 a Bologna dalle ore 10.30 alle 17.00 dove si terrà la “Festa del Riuso” e a seguire, dalle 18.00 alle 20.00 il dibattito: “4R da condividere: Riduzione, Riuso, Riparazione e Riciclo. Incontro e confronto su cosa concretamente fare per ridurre il nostro impatto ambientale“.

 

Di seguito il programma dettagliato:

 

PER TUTTA LA GIORNATA: DALLE 10.30 ALLE 17.00

 

- un’area dedicata al Mercatino dell’Usato (a cura di Bologna Social Street Gruppo Riuso), dove ogni privato cittadino potrà prenotare uno spazio per portare i propri oggetti usati di cui intende liberarsi per regalarli, scambiarli o venderli: una divertente occasione per fare spazio a casa propria senza dover buttare beni ancora usabili, oltre a rappresentare un momento per promuovere socialità ed educazione ambientale. Per fare domanda come espositore clicca qui.

 

- un’area dedicata al Repair Cafè (a cura dell’Associazione R.U.S.KO.), dove le persone si riuniranno liberamente per riparare le loro cose. In questa area le persone troveranno materiali, utensili e volontari, specialisti in ogni tipo di riparazione, che si mettono a disposizione per la co-riparazione degli oggetti. I visitatori portano le loro cose da casa ed insieme agli specialisti eseguiranno le loro riparazioni.

festa del riuso 2

LA MATTINA

 

Dalle 10.30 alle 12.00 “Bambini si gioca!” (a cura delle Associazione Le Ortiche, MOM Approved e Geocaching Italia.it ) – alla scoperta del progetto “Urban Family Cache”, non una caccia al tesoro ma una caccia allo “scambio” tra indizi, nascondigli e impronte d’albero

 

IL POMERIGGIO

 

Dalle 15.30 alle 16.00 “Valigie di libri”, uno spazio speciale allestito negli spazi del Centro Sociale della Pace dedicato alla lettura di libri, per l’occasione rivolto a tematiche ambientali (ma non solo). Adulti e bambini – protagonisti della festa – sono invitati a portare con sé la propria valigia piena di libri per scambiarli, regalarli o leggerli ad alta voce (gli attori di TenEventi eseguiranno e favoriranno la lettura occasionale dei “lettori” volontari). 

 

Alle 16.00 “La merenda del Cortile”, sarà offerta la merenda del Cortile a cura del Centro Sociale della Pace. Un momento conviviale in grado di valorizzare i saperi e la preparazione manuale esaltando al tempo stesso la funzione sociale e aggregativa del cibo, nel rispetto della responsabilità ambientale.

 

Alle 16.30 esibizione del Coro delle Consonanze Associazione Musicale: un progetto di studio sui canti popolari di vari Paesi, con l’intenzione di favorire la ricerca del patrimonio culturale musicale, l’integrazione e la socializzazione dei partecipanti

 

Alle 18.00 il dibattito: “4R da condividere: Riduzione, Riuso, Riparazione e Riciclo. Incontro e confronto su cosa concretamente fare per ridurre il nostro impatto ambientale”. Parteciperanno: 

 

Alberto Bellini, PhD Professore Associato, Alma Mater Studiorum, Università di Bologna. Coordinatore del Corso di Laurea in Ingegneria elettronica per l’energia e l’informazione. Delegato Climate-KIC education eCircular Project Coordinator. È autore o co-autore di oltre 100 articoli scientifici (2 capitoli di libro, 28 riviste ISI), pubblicati su riviste e/o conferenze internazionali.

 

Francesco Cara, designer che lavora all’intersezione tra conversione ecologica e trasformazione digitale. Curatore della piattaforma iywto.comche raccoglie, documenta e diffonde progetti innovativi per la vita sostenibile, Francesco Cara è uno dei promotori della petizione “Diritto alla Riparabilità” su change.org con Restarters e Giacimenti Urbani. 

 

Linda Maggiori, scrittrice, giornalista, blogger, attivista e volontaria promuove concretamente con la sua famiglia uno stile di vita sostenibile: senz’auto e a rifiuti (quasi) zero. Sulla base di questa esperienza ha fondato le reti “Famiglie senz’auto” e “Famiglie rifiuti zero”. Autrice di vari libri: Anita e Nico di Tempo dal Delta del Po alle Foreste Casentinesi e Anita e Nico dalle Foreste Casentinesi alla Vena del Gesso, di Tempo al Libro Editore, Salviamo il Mare di Giaconi Editore, e Impatto Zero, Vademecum per famiglie a rifiuti zero e “Occidoria e i Territori Ribelli storia Fantasy sulle ingiustizie Nord Sud del mondo” di Dissensi edizioni.

 

Coordina il dibattito: Francesco Bevilacqua, giornalista impegnato in tutto ciò che può testimoniare il cambiamento verso un mondo fondato su etica, sostenibilità, condivisione e innovazione. Fra i promotori di Italia Che Cambia, un progetto che racconta le storie di chi sta portando avanti questo cambiamento e crea reti per favorirlo.
Alle 20.00 brindisi conclusivo.

festa del riuso 3

L’evento è gratuito e aperto a tutti e si terrà al coperto. Le attività sono finalizzate a promuovere la sostenibilità ambientale, la coesione sociale e a valorizzare le risorse delle comunità locali, a partire dal proprio quartiere. Se vuoi partecipare come volontario, devi solo presentarti il giorno e l’ora dell’evento. Raccoglieremo i tuoi dati e condivideremo allegria, esperienze ed attrezzi di lavoro. Se vuoi riparare il tuo oggetto con noi, devi solo presentarti con il tuo oggetto il giorno e l’ora dell’evento. Se hai dei dubbi: scrivici!

 

Ci vediamo il 15 dicembre, scendi in “cortile” insieme a noi!

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu: contribuisci col tuo 5 x mille!

Leggi anche