La restanza in appennino

Continua in appennino dal 31 maggio al 2 giugno e 8/9 giugno, l'XI Edizione di IT.A.CA', Migranti e Viaggiatori, Festival nazionale di Turismo Responsabile. Tantissimi appuntamenti (trekking, incontri, libri, fiere, proiezioni, cibo locale) sparsi tra Marzabotto, Grizzana Morandi, Castiglione dei Pepoli e Val di Zena per parlare di restanza e valorizzazione dei territori.

itaca_ant

Città che esplodono e piccoli comuni che si svuotano: una scena che si presenta in moltissimi comuni italiani dove il silenzioso e progressivo spopolamento sta diventando il protagonista dell’impoverimento demografico, economico e sociale di tante aree interne a rischio desertificazione. Frammenti di borghi sparpagliati da nord a sud, poli di storia e tradizione di un’Italia che sembra scomparire, ma che è ancora viva grazie alla tenacia di chi si impegna ogni giorno per sperimentare soluzioni e progettualità alternative, mettendo al centro bisogni e motivazioni di chi all’andare preferisce il restare.

itacaDalla restanza – tema cardine scelto da IT.A.CÀ per la sua XI edizione e già approfondito nel corso dei tantissimi appuntamenti in città dal 24 al 30 maggio – alle buone pratiche di comunità nei due fine settimana 31 maggio/2 giugno e 8/9 giugno, nei quali IT.A.CÀ lascia Bologna per trasferirsi in appennino: itinerari a piedi e a pedali e tanti appuntamenti culturali distribuiti fra Marzabotto, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi e Val di Zena, per proporre soluzioni di sviluppo strategiche e sostenibili, valorizzare luoghi, fare accoglienza e pianificare una nuova geografia del turismo fino ai territori di confine, fulcro di una storia antichissima, tutta da scoprire.

 

Ad aprire le fila, venerdì 31 maggio ore 9.30 a Marzabotto, Il Turismo Sostenibile per lo sviluppo dell’Appennino bolognese, convegno organizzato in collaborazione con Destinazione turistica Bologna metropolitana, Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese e Comune di Marzabotto. Un’occasione di riflessione e dialogo tra organizzatori e professionisti di processi economico-turistici, con l’obiettivo di soffermarsi sullo stretto legame fra turismo, sostenibilità e sviluppo economico e dar modo alle realtà intervenute di poter ragionare su strategie d per una co-progettazione futura dell’offerta turistica territoriale [Parco Bottonelli, via Giacomo Matteotti, 1 – Marzabotto].

 

Grazie a Ventotene, il Camper del Welcome, il Parco Peppino Impastato di Marzabotto accoglierà i visitatori di IT.A.CÀ nell’intera giornata del 31 maggio, per un confronto su accoglienza e crescita economica dei piccoli comuni con i rappresentanti del Manifesto per una Rete dei Piccoli Comuni del Welcome. A seguire aperitivo, cena in musica e live di musica Gnawa del Marocco con Jedbalak. Non è tutto: ancora pochi posti per prenotare Astrotrekking sul Sentiero dei Pianeti, una camminata sulla Piccola Cassia attraverso il Sistema Solare sul futuro Sentiero dei Pianeti [partenza ore 18.00 da Osservatorio Astronomico Felsina, via Varsellane, Monte San Pietro, BO]. In alternativa si potrà scegliere il pacchetto turistico di 3 giorni e 2 notti lungo la Via degli Etruschi tra cultura, natura e cibo tradizionale, messo a disposizione dal festival [partenza ore 8 da Parco Bottonelli].

 

Il fine settimana 1 e 2 giugno, si apre con gli itinerari alla scoperta del territorio: IT.A.CÀ invita tutti i visitatori a munirsi di zaini e scarpe comode per scoprire il Parco storico di Monte Sole in sella alle biciclette con pedalata assistita di ultima generazione, oppure scegliendo fra camminate lungo le cascate del Rio Pantone, trekking storico culturale, mercatini enogastronomici e tanti momenti di svago anche per i bambini, attesi per il campo scuola in mountain bike e per conoscere la biodiversità, prendendosi cura degli asinelli, tra giochi animati e letture [dalle ore 10.00, Parco Peppino Impastato, via G. Matteotti, 8 - Marzabotto, BO]. A Castiglione dei Pepoli, itinerari tra faggi e castagni, mostre fotografiche, concerti multilingue, cibo di tradizione e la proiezione di Entroterra. Memorie e desideri delle montagne minori – Italia 2018/58 [ore 21.00 Officina15, via Aldo Moro, 31 - Castiglione Dei Pepoli, BO].

 

Il Parco di Villa Mingarelli di Grizzana Morandi, domenica 2 giugno si sveglia invece con la piccola Fiera dei Ciarlatani: artisti di strada in una festa popolare in stile ‘900 con giochi antichi, scenografie interattive, mercatini, saltimbanchi, maghi e affabulatori di una volta in una giornata all’insegna della leggerezza. Festa e divertimento, ma anche silenzio e introspezione per chi lo desidera, grazie alla passeggiata morandiana attraverso i luoghi amati e dipinti dal grande maestro bolognese [partenza ore 15.00 da Info Point Fienili di Campiaro, Località Campiaro 112/C]. Nella due giorni 8/9 giugno, il Festival saluta i viaggiatori con gli appuntamenti in Val di Zena. Dal percorso speleologico nella Grotta del Farneto alle biciclettate lungo i percorsi di Zocca, IT.A.CÀ che ha nel cuore anche l’accessibilità, mette a disposizione gli itinerari ciclabili, la visita geologica al Museo dei Botroidi e i percorsi tattili per persone con disabilità visiva.

 IT.A.CA

Cammini, scoperte e viaggi lenti per tutti dunque, soprattutto per IT.A.CÀ che ama passare dalle idee alle azioni. Perché la teoria indottrina, ma la pratica (quella buona), può cambiare la realtà. E allora se è vero che un piccolo gesto può portare un grande impatto positivo nel mondo, anche il festival da quest’anno inizia il suo viaggio plastic free, scegliendo di stampare programmi, locandine e cartoline completamente in carta riciclata, realizzando shopper di cotone riciclato e lanciando il primo badge vivente e 100% riciclabile, prodotto in Italia da cooperative sociali. Con un seme al suo interno, una volta concluso l’evento, il badge potrà essere aperto per piantare il semino in attesa di veder crescere un angolo di verde in più.

 

In questo viaggio di best practices, il festival è in buona compagnia e sceglie OWAY come partner d’eccezione: “La restanza è anche agire con maggiore attenzione, compiere gesti quotidiani di rispetto verso le risorse che abbiamo” ci dice Alessandra Ciccotosto, Trade Marketing & Communication Manager dell’azienda. Oway è il mondo dei trattamenti professionali agricosmetici per capelli, viso e corpo con un’attenzione particolare alle coltivazioni biodinamiche, biologiche, equo-solidali, all’utilizzo di ingredienti naturali e alla scelta di contenitori in vetro e alluminio (materiali 100% riciclabili). Un’azienda che promuove un lifestyle sano e una sostenibilità attiva, concreta e positiva, perfettamente in sintonia con i valori del festival, da cui parte l’impulso verso un attivismo turistico ecologico unico nel suo genere. Nello zaino non solo cappellino e borraccia allora, ma anche guanti, sacchi e pinze di raccolta quest’anno, per prenderci cura insieme a OWAY degli spazi comuni. IT.A.CÀ fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

 

Successive 13 tappe nei territori di Rimini e le sue Valli, Calabria di Mezzo, Salento, Gran Sasso, Brescia, Ravenna, Trentino, Reggio Emilia, Parma, Pavia, Monferrato, Napoli e Levante Ligure.

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu: contribuisci col tuo 5 x mille!

Leggi anche