Trekking con disabili: insieme si può!

Il 22 e 23 giugno, Federtrek organizza "Natura senza barriere", un evento che ha l'obiettivo di promuovere l'inclusione sociale e abbattere le barriere fisiche e culturali che circondano la disabilità nel mondo delle escursioni.

federtrek_ant

FederTrek Escursionismo e Ambiente, ente di promozione sociale che raggruppa 35 associazioni escursionistiche, promuove nei giorni  22 e 23 giugno Natura senza barriere, manifestazione dedicata  all’escursionismo condiviso e all’inclusione sociale.

 

Partecipano enti di gestione di aree protette, associazioni e  cooperative in tutto il paese, proponendo, ciascuno sul proprio  territorio, un’iniziativa o un programma culturale che si sviluppi  su uno o più giorni, che preveda almeno un’uscita in ambiente  naturale cui partecipino persone con disabilità. Il messaggio che si  vuole lanciare è che l’escursionismo non può e non deve essere  un’esperienza riservata a pochi.

federtrekObiettivo della manifestazione è promuovere una cultura  dell’inclusione sociale, favorendo il contatto e il dialogo tra  istituzioni, associazioni e cooperative che, per statuto o fini sociali, progettano e organizzano escursioni in natura e le persone  disabili, le loro famiglie, le associazioni e le cooperative che li  sostengono e tutelano i loro diritti.

 

Ben vengano gli investimenti in percorsi e strutture accessibili,  ma, in attesa o in assenza di questi, molto può essere già fatto per  abbattere barriere che sono prima di tutto culturali, partendo da un  semplice ma significativo cambio di visuale.

 

Il sito web dedicato alla manifestazione presenta gli aderenti, veri  protagonisti di questa manifestazione, e le loro iniziative,  evidenziandone il filo conduttore. Ad unire tutti è la voglia di  progettare iniziative, negli stessi giorni, un po’ per riflettere,  un po’ per sperimentare quello che ognuno potrebbe fare in questo  campo.

 

Un messaggio che speriamo arrivi forte e lontano, una rete  destinata a crescere.

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu: contribuisci col tuo 5 x mille!

Leggi anche