E venne la tv! (in prima serata). Italia che Cambia a Striscia la Notizia

La redazione di Striscia la Notizia ci ha contattato perché interessata a raccontare Italia che Cambia all'interno della rubrica “Occhio al futuro!”. E così anche la troupe dello storico programma di Canale 5 è salita con Daniel Tarozzi a bordo del suo mitico camper.

C_20_video_52656_framevideo

Dopo 7 anni di viaggio, quando ormai pensavo non sarebbe mai successo, improvvisamente mi contatta Canale 5, in particolare la redazione di Striscia la Notizia. Mi propongono di venirmi a intervistare per la rubrica Occhio al futuro! di Cristina Gabetti. Io, incredulo, accetto ma – ammetto – con un certo scetticismo e un po’ di paura. I miei amici subito iniziano a prendermi in giro. “Ti daranno il tapiro”! “Vogliamo il Gabibibbo!” E simili…

 

E invece Cristina e la sua troupe arrivano veramente. Vengono fin qui, a casa mia, ad Alto. Vengono e mi intervistano in camper, dimostrando di aver studiato il progetto e di apprezzarlo veramente.

 

Qualche settimana dopo va in onda. E ora posso dirlo. È successo veramente. Ed è incredibile come nell’era dei social, della crisi delle tv tradizionali, della critica al pensiero massificato che io stesso propugno, andare in tv faccia effetto. Fa effetto a me, alle persone a me vicine, ma fa effetto nel senso che genera effetti. In pochi minuti centinaia di persone ci hanno scritto, chiesto “l’amicizia”, inviato proposte e domande.

 

E allora? Allora dovremo trovare il modo di entrare di più in quella scatola, per diffondere le storie di Italia che Cambia. Intanto, per una volta, voglio dire grazie a Cristina, Massimo, Beatrice, Olivia. E grazie a tutti i colleghi e le colleghe di Italia che Cambia che ogni giorno lavorano per promuovere il sogno realizzato di un mondo migliore.

 

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu: contribuisci col tuo 5 x mille!

Leggi anche