Giornale

daniele-nash-circ-all
 / Daniel Tarozzi / Le Storie!

Palermo, il rione dimenticato rinasce dal circo e dall'arte – Io faccio così #241

Palermo, quartiere Danisinni. In un luogo sconosciuto ai più, si è insediato da oltre un anno il primo circo permanente sociale della regione. Uno spazio in cui divertire, educare, far riflettere, ma soprattutto creare comunità e riconquistare la fiducia dei bambini del rione. Un vero e proprio progetto di Arte Sociale nel quartiere, partorito dalla mente di Daniele Nash, di Circ'All e realizzatosi grazie alla collaborazione con Rambla Papireto.
teatro-cantiere
 / Daniel Tarozzi / Le Storie!

Teatro Cantiere: quando il cambiamento va in scena nella vita quotidiana – Io faccio così #239

Molti artisti dichiarano di voler raccontare il cambiamento. In pochi, però, hanno il coraggio di “incarnarlo”, di rappresentarlo ogni giorno, nella propria esistenza. Tra questi, troviamo Hengel, Sara, Davide: attori, musicisti, ma sopratutto esseri Umani che hanno deciso di trasformare una vecchia casa in una sede pulsante di arte e vita, che ospita un cohousing, dei laboratori teatrali, varie sperimentazioni artistiche, ma soprattutto straordinaria normalità. Da Piana Crixia... con Passione!

Mappa Abitare

18 reti

 realtà

VAI ALLA MAPPA di ABITARE

DELL’ITALIA CHE CAMBIA

Visione dell’ABITARE 2040

Negli appartamenti vivevamo appartati, oggi invece viviamo più assieme, condividendo spazi e abitudini. In molti si sono spostati dalle metropoli verso le campagne e i piccoli centri. Abbiamo case passive o a basso consumo energetico e si è praticamente smesso di costruirne di nuove, recuperando gli immobili abbandonati e riqualificando quelli esistenti.

Hanno contribuito : Juri Battaglini – LUA Laboratorio Urbano Aperto | Mario Festa – Ru.De.Ri Rural Design per la Rigenerazione dei Territori | Enrico Grillo – Condomini Solidali | Francesca Guidotti – Rete Italiana Villaggi Ecologici (RIVE) | Andrea Paoletti – Casa Netural, UUUSHH | Federica Ravazzi INSITI opportunità urbane. Ha facilitato: Andrea Paoletti