Pubblicati da Annalisa Jannone

Donne e salute: le nuove evidenze mostrano una realtà diversa

Esistono tra le donne e gli uomini differenze biologiche, culturali e sociali che non possono non essere considerate nell’approccio alla salute e alla malattia. Le ultime evidenze scientifiche, in particolare in ambito cardiovascolare, portano nuove conoscenze circa le patologie e le terapie che interessano l’universo maschile e quello femminile. Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Anna Giulia Bottaccioli.

L’importanza di far conoscere alle bambine il ciclo mestruale

Nell’intervista a Nadia Saracco, autrice del libro La Fata del Grembo, affrontiamo l’importanza di far conoscere meglio il ciclo mestruale alle bambine facendole scoprire risorse utili alla propria vita. La rivalutazione delle caratteristiche e della forza creatrice del “femminile” in ognuno di noi è un passaggio fondamentale per una cultura più rispettosa, accogliente e innovativa.

La “scienza” delle multinazionali sta portando il Pianeta al collasso

Per fermare la “falsa” scienza delle multinazionali che sta portando il Pianeta al collasso è necessario riconoscere un nuovo sistema di conoscenze basato sull’interazione tra metodo scientifico e sapere tradizionale nonché sul pluralismo e la libera circolazione delle informazioni. Soltanto la sovranità sulle conoscenze può garantire infatti la condivisione del potere.

Clima: non è tutta colpa della CO2

I cambiamenti climatici sono un fenomeno complesso, molte variabili incidono su cause e conseguenze. Bisogna capire cosa possa rendere l’impatto di tale variazione meno distruttiva per l’habitat umano. Gli ecosistemi hanno capacità di resilienza basata sulla possibilità di trasformare i rapporti che intercorrono tra i soggetti del sistema stesso. E’ possibile ridisegnare l’architettura dell’intero sistema agendo sulle relazioni tra gli elementi. Nuove connessioni basate sulle conoscenze ecologiche e sui bisogni degli esseri umani possono creare le condizioni di massima resilienza.

Perché insegnare ad insegnare la Permacultura?

Per costruire comunità realmente resilienti serve anche una trasformazione del movimento della Permacultura che deve integrarsi alle sfide emergenti e diffondere i propri strumenti di progettazione nei settori della formazione. Partendo da questo presupposto è stato ideato il primo corso per insegnare la Permacultura in 3D che si terrà dal 24 al 29 settembre in Sardegna.

In Sicilia sta per nascere una Food Forest ai piedi dell’Etna

La comunità agricola Saja dal 2011 sperimenta e condivide la possibilità di vivere di agricoltura utilizzando solo metodi naturali grazie alle progettazioni in permacultura. Per l’avvio del progetto “figlio”, Finca Palta, ci sarà a Settembre la settimana di progettazione condivisa e autogestita di una Food Forest vicino al mare. L’Etna sarà la cornice ispirante per creare ulteriore bellezza.

La Via della Salute: un viaggio nelle nuove scoperte della scienza

Ventuno conferenze in contemporanea durante la settimana dedicata alla salute, in provincia di Bologna e Ferrara, per parlare di medicina, di fisica, di scienza di frontiera, di nuove acquisizioni scientifiche e di opportunità terapeutiche già in atto. Le nuove conoscenze vengono man mano integrate dalla medicina convenzionale aprendo alternative e ponendo dubbi.

Samarcanda: il taxi solidale, etico e sostenibile

Opera da decenni a Roma il radiotaxi Samarcanda, una cooperativa di soci che mette al centro del servizio il mutuo soccorso, la dignità dei lavoratori e la sostenibilità ambientale. Con la sua flotta di 360 veicoli, negli anni ha avviato vari progetti sociali tra i quali il Taxi solidale, un’iniziativa rivolta ai cittadini che hanno bisogno di recarsi nelle strutture ospedaliere pubbliche.

Una Casa della Lumaca: educazione nonviolenta in mezzo alla Natura

Fiducia, rispetto, gioco e pace. Sono questi i principi fondamentali che ispirano il metodo pedagogico adottato dalla Casa della Lumaca, un progetto di educazione nella natura ed ecologia applicata rivolto ai bambini e alle famiglie di Marotta, in provincia di Pesaro-Urbino. L’obiettivo è proteggere l’infanzia dai ritmi e dai modelli che perpetriamo automaticamente per imparare ad essere felici.