Pubblicati da Elisabetta Elia

“Non sono alternativa, sono nata contadina”

Vita, terra e scrittura sono strettamente intrecciate nella vita di Francesca Pachetti, “La Raccontadina” che da un po’ di tempo ha deciso di condividere su un blog la sua quotidianità nei campi. La sua storia ora diventa un libro edito da Pentagora e scritto da lei, malgrado le resistenze iniziali. Perché l’importante è seminare (e zappare, soprattutto).

Il Casale della Cervelletta: un bene comune da ridare a Roma

Il Casale della Cervelletta a Roma, situato nel parco dell’Aniene tra Tor Sapienza e Colli Aniene, è un bene storico e culturale abbandonato dalle istituzioni. Una mobilitazione civica lo ha salvato dall’oblio facendo ma molto resta ancora da fare per il recupero di questo posto antico risultato primo nella classifica regionale del censimento FAI all’interno del concorso “I luoghi del cuore”.

Da un comitato di quartiere può rinascere la città

Alcuni abitanti di Caltanissetta hanno dato vita ad un comitato di quartiere impegnandosi in prima persona per il recupero di alcune aree degradate e al contempo portando all’attenzione degli amministratori l’urgenza di riqualificazione e valorizzazione della città. Perché partendo da un piccolo cambiamento si possono innescare circoli virtuosi. Ne abbiamo parlato con Marcello Bellomo, presidente del Comitato.

Artigianato: il progetto di due giovani per restare in Sicilia

Giampiero e Filippo sono due giovani artigiani siciliani che da anni lavorano il legno e la pietra in modo naturale. La loro idea è quella di mescolare ora i due elementi per dar vita a creazioni naturali e innovative. Un progetto di artigianato che potrebbe aiutarli a realizzare un grande sogno: restare a vivere e lavorare in Sicilia.

Abbandono scolastico: c’è un’alternativa per i ragazzi in difficoltà

Pur partendo da una condizione difficile, ognuno può intraprendere un percorso educativo e di formazione che gli consentirà di investire nel proprio futuro. Ne sono convinti i volontari del progetto “Today, Tomorrow, To Nino” che da anni combatte il fenomeno della dispersione scolastica, sostenendo ragazzi in difficoltà e in condizioni di fragilità socio-economica.

Orti sociali in affitto per diffondere nuove Colture

L’agricoltura come mezzo per aggregare le famiglie di un luogo, educare i bambini,“curare” e integrare le persone con difficoltà. È questo l’ideale che l’associazione di promozione sociale Colture porta avanti a Palermo attraverso l’affitto di terreni e la condivisione degli spazi. Dopo gli orti sociali, l’obiettivo è quello di costituire un centro di ortoterapia.