Termini e condizioni

1. Il tuo contributo sosterrà Italia che Cambia associazione di promozione sociale (Via Gregorio Ricci Curbastro, 56 – 00149 Roma; CF: 97761390588; P. IVA: 12511651007) e testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma n. 65/2015 del 28 aprile 2015. Iscrizione ROC n. 24323.

2. L’attivazione del contributo economico, anche ricorsivo, non comporta essere socio dell’associazione.

3. Il contributo economico è pagabile tramite conto paypal, tramite carta di credito usando la piattaforma di paypal, o tramite bonifico ricorrente sempre attraverso il servizio mybank tramite paypal.

4. Il contributo economico ricorsivo mensile si rinnova automaticamente ogni mese.

5. Il contributo economico ricorsivo annuale si rinnova automaticamente ogni anno.

6. Potrai disattivare il tuo contributo ricorsivo quando desideri direttamente dal portale di PayPal

7. Il contributo economico libero è una donazione una tantum che non prevede ulteriori esborsi se non autorizzati espressamente con un nuovo accesso alla pagina contribuisci.

8. Il contributo economico può essere detraibile dalle tasse, contatta la mail agenti@italiachecambia.org per ottenere la tua ricevuta.

9. Come donatore riceverai l’ebook de I diari nei viaggi nell’Italia che Cambia.

10. Per donazioni ricorsive mensili o donazioni annuali superiori ai 100€ riceverai una copia del libro E ora si cambia – vincitore del premio Firenze per la Pace – e ti inviteremo a partecipare all’incontro annuale di Italia che Cambia.

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi