Domande frequenti

Come verrà gestito l’1% del mio tempo?

Tramite la newsletter dedicata agli Agenti riceverai diverse indicazioni di piccole o grandi azioni che puoi compiere per  promuovere il cambiamento. A partire da Giugno 2016, sarai invitato a partecipare ad incontri sul tuo territorio, per conoscere altri Agenti del Cambiamento come te, fare rete, e avviare progetti territoriali (come Casentino Che Cambia, il primo portale inaugurato). Ti chiederemo anche di aiutarci a individuare nuovi progetti nella tua comunità, a mapparli e promuoverli. Inoltre, presto verrà lanciata una Banca del Tempo dedicata agli Agenti del Cambiamento, in cui ciascuno potrà inserire le proprie competenze e condividerle con la comunità di Italia Che Cambia.   

Come verrà usato l’1% del mio stipendio?

Se partecipi con l’1% del tuo stipendio contribuirai a sostenere le attività di Italia che Cambia ovvero il giornale per ispirare attraverso le storie del cambiamento, la mappatura delle realtà significative, l’organizzazione degli incontri sul territorio per creare nuove relazioni e le azioni della campagna 1%. Italia che Cambia infatti è una testata giornalistica non a scopo di lucro, con un gruppo di dieci persone che lavorano quotidianamente sul progetto: giornalisti, web designers, video-makers, attivisti e amministratori. Il budget mensile di Italia Che Cambia ammonta a circa diecimila euro.  Per rimanere indipendenti e non alimentare conflitti d’interessi, cerchiamo di raggiungere una sostenibilità economica diffusa dal basso. Grazie al tuo contributo, continueremo a produrre contenuti originali e ad aumentare i progetti nella mappa dell’Italia che Cambia.

Posso proporre delle attività?

Italia che Cambia ti proporrà un calendario ricco di attività di ogni tipo, per cui avrai già così molto da fare! In un secondo momento, chiederemo agli Agenti di segnalarci le loro competenze e professionalità, in modo da costruire iniziative in cui ciascuno possa esprimersi e contrivuire al meglio.

Posso partecipare anche dall’estero?

Assolutamente sì! La maggior parte delle azioni che ti proporremo è applicabile in ogni città, in ogni paese. Alcune inoltre possono essere effettuate on-line o a distanza. Tuttavia, visto che l’obiettivo è creare anche una comunità umana che sappia relazionarsi, ti invitiamo a cercare di presenziare a quanti più incontri territoriali possibile.

Posso pagare tutta la quota annuale in una soluzione unica?

Sarebbe meglio corrispondere un contributo mensile, sia perché lo spirito della campagna è legato alla corresponsione dell’1% del proprio stipendio, che ciascuno di noi incassa mensilmente, sia perché la contabilità interna è strutturata sulla base di pagamenti mensili. Tuttavia, in caso di necessità e previa accordi con il community manager, è possibile pagare l’intera quota annuale.

Quali sistemi di pagamento utilizzate?

Usiamo diversi sistemi di pagamento. Paywhirl è utilizzabile da chi è titolare di una carta di credito o di debito, è molto veloce, non richiede registrazioni/login ed è totalmente sicuro. Paypal è uno dei sistemi più utilizzati per i pagamenti on-line: può servirsene, creando il suo account, chi è titolare di una carta di credito. Infine, puoi effettuare un bonifico ricorsivo direttamente dal tuo home banking. Tutti e tre questi sistemi hanno il vantaggio di essere assolutamente sicuri. Scegliendo Paywhirl o Paypal, il pagamento sarà istantaneo e la tua procedura d’iscrizione si completerà più in fretta.

Come verranno stabilite le sedi degli incontri territoriali?

Dipenderà dalla provenienza degli Agenti. Inizialmente privilegeremo le città o le regioni meglio rappresentate, garantendo comunque un minimo di tre incontri su base nazionale, uno al nord, uno al centro e uno al sud. Successivamente, man mano che la comunità si amplierà, cominceremo a lavorare in maniera più capillare sul territorio, con l’obiettivo di organizzare almeno un gruppo di lavoro per regione.

Dove si svolgeranno le attività?

Molte delle attività che ti proporremo potrai portarle avanti autonomamente, da casa tua, nel tuo luogo di lavoro, nella tua città. In più sarà possibile prestare il proprio servizio presso alcune realtà della rete di Italia Che Cambia, aiutandole nel lavoro quotidiano che portano avanti.

Posso inscrivermi come impresa sociale?

Sì! Italia che Cambia cerca delle imprese sociali, che condividono gli stessi valori ed etica, pronte a partecipare con l’1% dei propri utili, per lanciare nuovi progetti territoriali nella propria regione. Se sei interessato a essere un’Impresa del Cambiamento contattaci subito!