Articoli contenenti il tag accoglienza

studenti-riace-2
 / Redazione / Articoli / Integrazione sociale

"Diamo a Riace il premio Nobel per la pace"

Centinaia di esseri umani lasciati morire in mare, decine di famiglie separate e spedite chissà dove. Mentre si susseguono drammatiche notizie e non accenna ad arrestarsi la propaganda d'odio e di discriminazione, una rete di realtà chiede che il premio Nobel per la pace 2019 venga assegnato a Riace, il piccolo comune calabrese che ha promosso per anni la cultura dell'accoglienza e dell'inclusione divenendo un modello mondiale di integrazione dei migranti.
achievement-3390230_960_720
 / Redazione / Articoli / Stili di vita

Resilienza e solidarietà nelle aree interne del Mediterraneo

Resilienza ambientale, presenza femminile, accoglienza e coinvolgimento delle persone fragili. Questi i temi al centro dell'evento organizzato per discutere insieme sulle caratteristiche e sui valori propri delle regioni interne del Mediterraneo. All'incontro previsto sabato 27 ottobre a Senarega, piccolo borgo del comune ligure di Valbrevenna, parteciperà in qualità di relatore Andrea Degl'Innocenti che porterà gli esempi di moltissime comunità resilienti italiane, cuore dell'Italia che Cambia.
Tra le vie di Riace
 / Elena Risi / Articoli / Legalità

L'arresto di Mimmo Lucano: chi cambia dal basso viene punito?

In migliaia sono scesi in piazza e si sono mobilitati per manifestare la propria solidarietà a Mimmo Lucano, il sindaco di Riace divenuto simbolo mondiale dell'accoglienza diffusa e finito martedì scorso agli arresti domiciliari per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e abuso d'ufficio. Ad essere sotto accusa, da una parte, e difeso, dall'altra, non è solo il sindaco reggino ma quel principio universale di umanità in nome del quale Lucano avrebbe agito.
politiche-regionali-a-favore-nuovi-cittadini
 / Alessia Canzian / Articoli / Integrazione sociale

Piemonte: le politiche regionali a favore dei nuovi cittadini e delle nuove cittadine

Un'inclusione che passa attraverso la conoscenza della lingua italiana, questo il nocciolo duro del Progetto Petrarca. Un progetto che, dal 2011 ad oggi ha saputo attivare sempre più corsi di italiano e raggiungere sempre più beneficiari. Pratiche di inclusione attuabili grazie ad un costante lavoro di sinergia, che, attraverso fondi europei, ha saputo mettere in rete le istituzioni, la scuola, in particolare i C.P.I.A. (Centri Provinciali per l’Insegnamento degli Adulti), e l’associazionismo.