Articoli contenenti il tag facilitazione

torri-superiore (1)
 / Ezio Maisto / Voci da Italia che cambia

Weekend formativi in ecovillaggio: il Cambiamento è donna

Ecco la videointervista con i docenti di Ascolto profondo, Comunicazione ecologica, Ecopsicologia, Facilitazione, Gestione del conflitto e Sociocrazia che saranno con noi dall’1 al 3 dicembre all’ecovillaggio Torri Superiore. Ma la grande novità del prossimo weekend formativo di Italia che Cambia è che l’80% dei partecipanti è di sesso femminile. E se per gli ultimi posti rimasti inaugurassimo delle “quote azzurre”?
torri-superiore
 / Ezio Maisto / Voci da Italia che cambia

Weekend formativi in ecovillaggio: la carica dei 101!

Lanciati per la prima volta nel marzo 2017, i weekend formativi in ecovillaggio si sono finora rivelati una scintilla di Cambiamento per più di 100 partecipanti da tutta Italia. Nel prossimo incontro, dall’1 al 3 dicembre a Torri Superiore, avremo 6 materie invece di 4, e poi 3 laboratori, momenti di formazione-gioco, visite guidate, una meditazione collettiva, un sentiero di trekking e attività serali in compagnia dei fondatori di uno degli storici ecovillaggi italiani.
comunitazione
 / Paolo Cignini / Le Storie!

Io faccio così #144 - Comunitazione: nelle relazioni la chiave per cambiare il mondo

Comunicazione, comunità, azione. Sono queste le tre parole racchiuse nel progetto Comunitazione che incoraggia la partecipazione dal basso, la progettazione condivisa a vari livelli e l’innovazione nelle dinamiche sociali attraverso l’attivazione di cittadinanza attiva. L'obiettivo? Innovare le tecniche di comunicazione odierne per facilitare le persone ad agire come comunità.
designate-427537_1920-1030x686
 / Andrea Degl'Innocenti / Articoli / Integrazione sociale

Di chi è la colpa?

Di chi è la colpa se le cose non vanno in questo mondo e ci troviamo ad affrontare problemi enormi come i cambiamenti climatici, le disuguaglianze sociali ed economiche, le malattie, l’inquinamento? La colpa è dei banchieri? Dei politici? Del vicino che fa fare i bisogni del cane sul marciapiede? È colpa nostra? È colpa della “gente” che - come noi - permette al sistema di comandarla a suo piacimento? Ma soprattutto, è utile cercare un colpevole?