Articoli contenenti il tag terremoto

case3
 / Roberto Battista / Abitare / Articoli / Cicli produttivi e rifiuti

Ripensare l’abitare #1 - Rimettersi in moto dopo il terremoto

Dopo il terremoto che ha devastato il centro Italia, sono molte le persone che stanno “ripensando l’abitare” immaginando le case del futuro, non solo antisismiche ma sane, ecologiche, leggere ed autosufficienti. Le professionalità e conoscenze tecniche in buona parte già esistono in Italia. Si tratta di cucire insieme gli elementi già esistenti e condividere le esperienze per ottimizzare le risorse.
umbria1
 / Roberto Battista / Articoli / Sostenibilità ambientale

Riportare la vita nelle zone del terremoto

Qualche anno fa Piergiorgio Faraglia ha deciso di cambiare vita: lasciata Roma si è trasferito in un piccolo borgo dell'Umbria dove ha aperto uno studio di registrazione. Quello che prima del sisma era uno spazio di creatività a servizio del territorio, oggi risente dell'abbandono di queste zone e del drastico calo del turismo. Una drammatica situazione comune a tutte le attività di quei posti.
201609121301916545_amatrice
 / Paolo Cignini / Articoli / Sostenibilità ambientale

Terremoto: lo Stato non c'è, i cittadini si attivano

Roberto Battista, un Agente del Cambiamento dell’Umbria e collaboratore di Italia che cambia, ha subito ingenti danni alla propria abitazione dopo il terremoto che ha colpito il centro Italia a partire dall’agosto 2016. In questa intervista ci racconta come stanno andando le cose a livello burocratrico-amministrativo e di come si stiano attivando dei processi per la costruzione di un piccolo villaggio di casette antisismiche ed ecologiche.
Italy-Earthquake-Photos-2016
 / Redazione / Articoli / Sostenibilità ambientale

Ripensare le case dopo il terremoto

Dal 2 al 5 marzo 2017 si terrà al Centro Panta Rei di Passignano sul Trasimeno il corso residenziale “Ripensare le case: autocostruzione, antisismicità e compatibilità ambientale”, organizzato dalla Associazione di Promozione Sociale Explore. L'intento dell'incontro è quello di fornire in particolare alle comunità colpite dal terremoto uno strumento alternativo per la progettazione e la costruzione di nuove strutture tramite l'utilizzo di materiali naturali che il territorio offre.