Articoli contenenti il tag transizione

Centro Panta Rei (Umbria)
 / Ezio Maisto / Articoli / Stili di vita

Weekend formativi in ecovillaggio: boom di iscrizioni

“Progettare il Cambiamento” è il nuovo percorso formativo di Italia che Cambia per comprendere il presente e orientare il proprio futuro. Dal 3 al 5 marzo presso l’ecovillaggio Panta Rei, in Umbria, si parlerà di Decrescita, Downshifting, Permacultura e Transizione con alcuni tra i nomi più prestigiosi nel campo dell’innovazione sociale in Italia. A pochi giorni dal lancio del primo appuntamento, l’interesse continua a crescere.
Change-Your-Life-Bottle-Pic-1
 / Ezio Maisto / Articoli / Stili di vita

Bottone, Pallante, Pinzi e Tarozzi: al via i corsi per cambiare vita!

Parte una nuova iniziativa di Italia che Cambia rivolta a chi vuole comprendere a fondo il presente e orientare il proprio futuro. Tre incontri residenziali in tre diversi ecovillaggi con alcuni tra i nomi più prestigiosi nel campo dell'innovazione sociale. La prima sessione dal 3 al 5 marzo a Panta Rei, in Umbria, vedrà incredibilmente riuniti sotto lo stesso tetto Cristiano Bottone, Maurizio Pallante, Fabio Pinzi e Daniel Tarozzi.
Amatrice dopo il terremoto del 24 agosto 2016
 / Veronica Tarozzi / Articoli / Integrazione sociale

Amatrice 2.0, resilienza e collaborazione per la rinascita dopo il terremoto

Sostenere le comunità locali attraverso i metodi delle Transition Town e della permacultura per favorire una rinascita ecologica e solidale delle zone colpite dal terremoto. È questo l'obiettivo del progetto Amatrice 2.0, nato il giorno stesso del sisma con l'intenzione di supportare la popolazione anche dopo la fase di emergenza, cercando di far sviluppare la capacità di resilienza e di collaborazione.
designate-427537_1920-1030x686
 / Andrea Degl'Innocenti / Articoli / Integrazione sociale

Di chi è la colpa?

Di chi è la colpa se le cose non vanno in questo mondo e ci troviamo ad affrontare problemi enormi come i cambiamenti climatici, le disuguaglianze sociali ed economiche, le malattie, l’inquinamento? La colpa è dei banchieri? Dei politici? Del vicino che fa fare i bisogni del cane sul marciapiede? È colpa nostra? È colpa della “gente” che - come noi - permette al sistema di comandarla a suo piacimento? Ma soprattutto, è utile cercare un colpevole?