19 Feb 2013

Partorire in casa

Scritto da: Daniel Tarozzi

Oggi voglio condividere un articolo della nostra mitica caporedattrice, Claudia Bruno. Mi piacerebbe commentare, ma credo che una donna sia […]

Oggi voglio condividere un articolo della nostra mitica caporedattrice, Claudia Bruno. Mi piacerebbe commentare, ma credo che una donna sia più adatta di me a prendere parola su questi temi, che io ritengo fondamentali. Grazie Claudia per aver espresso ancora una volta con parole sagge quello che penso.

nate libere di partorire

nate liberePoco meno di un mese fa la stampa italiana diffondeva i dati di un’indagine commissionata dal Ministero della Salute per verificare l’appropriatezza del ricorso al cesareo nei nostri ospedali. Il risultato – che il 43 per cento dei cesarei in Italia è ingiustificato – è stato definito “scioccante”. In realtà il dato è sotto gli occhi di tutte, e di tutti, da molto tempo. E ci sarebbe da scioccarsi, più che sui giornali, direttamente sul lettino, quando si assiste a quello che io chiamo “il parto del dottore”, nel senso che di solito è il medico (uomo o donna che sia) a decidere tempi, modo e posizione a seconda di quel che ha da fare, di come sta più comodo e dei soldi che prende.
CONTINUA

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
“Passeggiamo insieme e facciamo amicizia: il nostro antidoto all’isolamento forzato”
“Passeggiamo insieme e facciamo amicizia: il nostro antidoto all’isolamento forzato”

Alimentazione sana e meditazione aiutano a essere più felici
Alimentazione sana e meditazione aiutano a essere più felici

Bosco Medicina: a contatto con la natura per ritrovare il benessere
Bosco Medicina: a contatto con la natura per ritrovare il benessere

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza