9 Mar 2013

Per tutte le Scampia del Mondo

Scritto da: Daniel Tarozzi

Campania - Il Viaggio nell’Italia che Cambia prosegue senza sosta. Dopo Abruzzo e Molise, siamo entrati da cinque giorni in Campania, tra Casal di Principe e Scampia, […]

Campania - Il Viaggio nell’Italia che Cambia prosegue senza sosta. Dopo Abruzzo e Molise, siamo entrati da cinque giorni in Campania, tra Casal di Principe e Scampia, tra Caserta e Napoli, tra una città bella e impossibile e della gente impossibilmente bella.
Ragazze/i avete presente quando si dice “c’è un’altra Italia”?
Beh, se si viene da queste parti si ha la prova che quest’altra Italia esiste davvero. Come si dice in questi casi “dal letame nascono i fiori e che fiori”!
Dopo sei mesi di viaggio ne abbiamo  viste di realtà, ne abbiamo incontrate di esperienze forti, ma qui abbiamo trovato una manifestazione tangibile della potenza e della meraviglia dell’essere umano.
Sì, c’è la camorra; sì, lo Stato è troppo spesso assente; sì, “le vele” sono atroci, la decadenza è forte; ma altrettanto , qui c’è gente straordinaria che realizza progetti “folli” e lo fa nonostante tutto e tutti.
Integrazione, incontro, cultura, sorrisi. Dentro Scampia trovi progetti teatrali nonostante manchino teatri, progetti di integrazione nonostante manchino le strutture, cultura senza libri, vita in mezzo alla morte, danza tra le macerie, colori tra le tinte sbiadite.
Proprio in questi luoghi drammatici si manifestano in tutta la loro devastante crudezza le basi su cui poggia la nostra società e la sua disgustosa, bulimica, fatiscente e crassa proposta di “benessere”. Certo possiamo continuare a negare, possiamo chiudere gli occhi, dimenticare. Possiamo provare orrore, disgusto, giudizio, disprezzo.

Articoli simili
Il verde come antidoto al grigiore urbano: sbocciano i fiori in Lungomare Canepa
Il verde come antidoto al grigiore urbano: sbocciano i fiori in Lungomare Canepa

Emerging Communities, un viaggio alla scoperta della Serbia in cambiamento
Emerging Communities, un viaggio alla scoperta della Serbia in cambiamento

Daniela: “Ho allestito un punto bookcrossing nel mio condominio perché credo nella condivisione della cultura”
Daniela: “Ho allestito un punto bookcrossing nel mio condominio perché credo nella condivisione della cultura”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

No, la Cina non ha voltato le spalle alla Russia – Io Non Mi Rassegno #590

|

Salute e sostenibilità, al Parlamento Europeo si gettano le basi per un modello a misura di persona e di ambiente

|

Ti mangio il cuore: la storia di una donna e della sua battaglia con la quarta mafia

|

In val di Vara uno storico mulino del settecento tornerà a macinare castagne e cereali

|

Scegliere: la piccola rivoluzione di chi decide come vuole costruire la propria vita

|

La storia di Roberta, da Genova alla val Borbera: “La mia nuova vita circondata dalla lavanda”

|

Dal kintsugi al boro sashiko, le arti giapponesi che insegnano a ricomporre gli oggetti rotti valorizzandoli

|

Decennale di Italia Che Cambia: le emozioni di una settimana speciale