30 Ott 2013

Giuseppe Li Rosi, fondatore di Terre Frumentarie

Scritto da: Daniel Tarozzi

“L’agricoltura nel ‘900 è stata asservita all’industria, e volevo contribuire a riscattarla. Dobbiamo recuperare i prodotti tipici di una zona, […]

“L’agricoltura nel ‘900 è stata asservita all’industria, e volevo contribuire a riscattarla. Dobbiamo recuperare i prodotti tipici di una zona, valorizzare le selezioni fatte dagli esseri umani per secoli, che hanno portato a cereali adatti all’essere umano”
Giuseppe Li Rosi

Daniel Tarozzi e Giuseppe Li Rosi, fondatore di Terre Frumentarie Aprile 2013, Raddusa, SIcilia "Io faccio così", pag. 331

Daniel Tarozzi e Giuseppe Li Rosi, fondatore di Terre Frumentarie
Aprile 2013, Raddusa, SIcilia
“Io faccio così”, pag. 331

Vuoi cambiare la situazione
dell'agricoltura in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
La fotografia sociale di Giulio Di Meo, il reporter che aiuta i contadini senza terra
La fotografia sociale di Giulio Di Meo, il reporter che aiuta i contadini senza terra

Grande Ulivo: «Da discarica a luogo di armonia, didattica e accoglienza»
Grande Ulivo: «Da discarica a luogo di armonia, didattica e accoglienza»

Io faccio così #186 – La Vallescura: “Così produciamo una birra contadina sana e sostenibile”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Ulivi malati e biodiversità in pericolo: la Puglia non si avvelena!

|

Stagione di caccia: nessuno stop nonostante gli incendi abbiano decimato gli animali

|

La Foresta in Testa: musica e natura per far emergere i talenti

|

Buddies, i nuovi dog sitter migranti che combattono l’abbandono degli animali

|

Amore, sesso, relazioni. Cosa sta succedendo in Italia? Ne parliamo il 25 settembre

|

Non Siamo Atlantide: il mito rivive in un evento dedicato alla sostenibilità

|

Matteo Saudino: “Vi parlo della filosofia, bella proprio perché apparentemente inutile”