Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
16 Set 2014

Festambiente Mondi Possibili: al via la terza edizione del festival

Scritto da: Legambiente

Al via la terza edizione di Festambiente Mondi Possibili : i volontari adottano il parco Monte Sacro per un anno e lanciano l’iniziativa #nelparcochevorrei per la riqualificazione partecipativa dell’area verde. Il percorso per l’adozione del Parco Simon Bolivar è al centro della terza edizione di Festambiente Mondi Possibili, dal 19 al 28 settembre a Roma. Dieci […]

Al via la terza edizione di Festambiente Mondi Possibili : i volontari adottano il parco Monte Sacro per un anno e lanciano l’iniziativa #nelparcochevorrei per la riqualificazione partecipativa dell’area verde. Il percorso per l’adozione del Parco Simon Bolivar è al centro della terza edizione di Festambiente Mondi Possibili, dal 19 al 28 settembre a Roma. Dieci giorni dedicati alla gestione condivisa del bene comune.

 10599178_602661273188871_8608463101747211380_n

 

Organizzata da Legambiente Mondi Possibili e dall’A.P.S. Tavola Rotonda, la manifestazione patrocinata da Roma Capitale Municipio III, sarà incentrata anche quest’anno sulle tematiche della condivisione e della costruzione di reti territoriali grazie a musica, teatro, incontri, laboratori, degustazioni, cinema e arte.

Il Festival aprirà venerdì 19 settembre alle ore 18.30 al Parco Bolivar (Via Monte Serrone) con una passeggiata inaugurale e conversazione su “La sana e robusta adozione” insieme a: Rossella Muroni (direttrice generale Legambiente Onlus), Paolo Masini (Assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie di Roma Capitale),l’Ambasciatore del Venezuela in Italia, Paolo Marchionne (presidente Municipio III) Roberto Scacchi (Presidente Legambiente Lazio),  e Gianna Le Donne (vicepresidente Municipio III).

Come in un (CO)rtile ideale Festambiente Mondi Possibili aprirà il parco per ospitare e presentare attività educative e culturali, eventi, incontri e iniziative proposte da chi vive il territorio. Con la particella CO si intende rappresentare tutto quello che riguarda condivisione, collaborazione e co-creazione, pratiche partecipative svolte da singoli per il bene comune.

 

10606517_608729039248761_6448000066970868066_nPunto privilegiato di osservazione è il quartiere, inteso come luogo di incontro e aggregazione capace di divenire, grazie alla partecipazione, un polo del cambiamento durevole nel quale le competenze di ognuno possono portare alla creazione di sinergie capaci di invertire le tendenze e convincere nuovamente le persone a frequentare i luoghi della socializzazione primaria. Un’area verde aperta ogni giorno e destinata a famiglie, scuole, associazioni e cittadini.

 

L’evento, inserito tra le ecofeste che Legambiente realizza in tutta Italia, è la prima tappa di un percorso dedicato all’adozione dell’area verde situata sul Monte Sacro che, a partire da ottobre, sarà riqualificata dai volontari di comitati ed enti del territorio. Grazie all’hashtag#nelparcochevorrei sarà possibile raccogliere, nei dieci giorni dell’evento, i suggerimenti per una gestione condivisa del parco per cui è stata attivata una raccolta fondi speciale attraverso Kapipal.

 

“Mai come in questo periodo storico abbiamo bisogno che le persone tornino ad occuparsi del bene comune e occorre fare uno sforzo condiviso. Le realtà che si occupano di tematiche ambientali, sociali e culturali devono collaborare per affrontare i temi del Lavoro, della Bellezza e del Futuro.

 

Festambiente Mondi Possibili ne è una piccola testimonianza” dichiara Lorenzo Barucca, presidente dell’A.P.S. Tavola Rotonda“uno spazio vuoto è uno spazio perso. Da qui parte anche una richiesta alle istituzioni affinchè si impegnino per favorire questi processi partecipativi,  non solo attraverso finanziamenti – che sappiamo essere assenti – ma semplificando gli iter burocratici spesso complicati e onerosi che limitano la possibilità a queste energie di palesarsi”.

 

La ristorazione dell’evento è affidata a Pastella, friggitoria romana sapientemente gestita da uno staff di giovani del territorio. La proposta, grazie alla quale lo street food incontra il favore dei più esigenti palati gourmet, proporrà prodotti a filiera corta e preparazioni rispettose della stagionalità.

 

Ad affiancare Pastella le proposte di D-gusto, stazione di esperienze multisensoriali di Festambiente che, olte a degustazioni e workshop enoculinari proporrà percorsi e prodotti legati alle eccellenze del Lazio e d’Italia.

L’evento è reso possibile grazie a tutte quelle realtà che a ogni livello si attivano per “una sana e robusta adozione” degli spazi pubblici: Legambiente Lazio, Legambiente Aniene, Libera, DaSud, Insieme per l’Aniene, RomAltruista, Terre Vivaci, Federtrek giovani, Parsec Flor, Insieme per Fare, Psy+, Wink, A Ruota Libera Onlus, Come un Albero Onlus, OfficinaBici Possibilmente, Greenpeace Roma,  Rebike, Reverie, Urban Experience, Retake, Centro di Cultura Ecologica, Comitato Attivamontesacro, Comitato Sacco Pastore.

 

Il sito di Festambiente