4 Apr 2016

Parte la seconda Carovana dei Migranti: prima tappa Mondeggi

Scritto da: Roberto Brandinu

E' partita il 2 aprile da Torino per terminare il 18 a Palermo la Seconda Carovana Italiana per i Diritti dei Migranti per la Dignità e la Giustizia. La prima tappa della Carovana è stata a Mondeggi, la fattoria senza padroni.

Il 2 aprile 2016 la “Carovana Italiana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia” è partita da Torino e nel pomeriggio è arrivata a Mondeggi, nella fattoria senza padroni, enorme tenuta di proprietà della provincia di Firenze, completamente abbandonata prima dell’arrivo, due anni fa, di un gruppo di persone.

 

IMG_3731

 

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Ti è piaciuto questo contenuto? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Alcuni produttori biologici, altri professori, studenti, semplici cittadini locali e stranieri che, insieme, hanno deciso di ridare vita alla fattoria con un tipo di allevamento e agricoltura tradizionali, l’istituzione di una scuola contadina, la coltivazione degli ulivi per fornire olio gratuitamente agli abitanti. Così Mondeggi è diventato davvero bene comune, modello di uno sviluppo sano e sostenibile con la custodia e l’utilizzo della terra da parte della popolazione evitando invece la vendita di terre demaniali da parte dello Stato.

 

A sera, dopo la visita alla fattoria e il dialogo con i suoi abitanti, ci si è riuniti attorno ad un grande falò per raccontarsi e ascoltare le storie dei nostri testimoni e, con il tepore del fuoco a scaldare mani e cuori, ci si è ritrovati, dopo un solo giorno, a far già parte di una grande famiglia. 

 

Il 3 aprile la Carovana si è nuovamente messa in viaggio, diretta verso Roma.

 

Continuate a seguirci! 

 

 

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5