27 Giu 2016

Cammina la Storia tra passato e presente

Scritto da: Daniela Bartolini

A luglio quattro nuovi appuntamenti di Cammina la Storia: dalla Vallesanta a Porciano, dal medioevo a Romena sui passi di Dante per riscoprire i segni del territorio, la Storia e le storie del territorio.

Il miglior modo di conoscere e riappropriarsi della storia di un territorio è quello di camminarci dentro, è questo il presupposto di Cammina la Storia, progetto di punta dell’Ecomuseo del Casentino che anima il Casentino dalla primavera all’autunno.

Camminando si scopre la storia con la S maiuscola ma anche le storie delle tante persone che a diverso titolo hanno contribuito a costruire quel tassello di paesaggio. Camminando si riscoprono i segni del passato, anche i più piccoli ed apparentemente insignificanti, si comprende il sistema di relazioni che legavano e ancora rimandano un luogo al suo contesto e si contribuisce alla manutenzione ed alla cura del percorso stesso. In un certo senso ci si fa promotori della trasmissione dei valori e delle vicende in esso racchiusi.

Cammina la Storia propone percorsi brevi, adatti a tutti, nati per chi abita il territorio e per chi lo vuole scoprire per la prima volta, in compagnia di esperti (guide ambientali e storici) e della comunità che si prende cura di quel pezzo di paesaggio, della sua storia e del suo futuro.
Queste camminate nascono in sinergia con le associazioni già parte della rete dell’Ecomuseo, a volte all’interno di manifestazioni già esistenti creando un valore aggiunto, a volte alla scoperta di angoli poco esplorati o di nuove prospettive.

Il luglio alle porte offre quattro appuntamenti che ci conducono dalla Vallesanta a Porciano, dal medioevo a Romena sui passi di Dante.

Domenica 3 luglio in occasione del secondo Mercatale della Vallesanta di quest’anno dedicato a “Api e Fiori”, si cammina accompagnati dai racconti degli abitanti della valle e dalle guide ambientali della Cooperativa In Quiete alla scoperta dell piante e dei fiori di stagione. Da Frassineta, con sosta presso “Il granaio di Narciso” , passando per Sala Nuova, Lagacciolo, per poi raggiungere il Mercatale a Corezzo.

“Cammina la storia… sui passi del medioevo da Pratovecchio a Stia”, giovedì 21 luglio, offre una passeggiata con visita guidata alla scoperta dei principali episodi storico-architettonici dei paesi di Pratovecchio e Stia e ascesa al Castello di Porciano. Al castello sarà possibile seguire una visita guidata mentre per i più piccoli si terrà l’”Assedio al Castello!”, laboratorio di araldica e scherma medievale con realizzazione di scudi e spade condotta da animatori in costume storico.

Venerdì 22 luglio si riparte da Porciano per raggiungere Mulin di Bucchio, il primo mulino sull’Arno e sede di una delle antenne ecomuseali per “incontri ravvicinati con il passato: armigeri, contadini e mugnai nella contea di Porciano”.
Escursione guidata con guida ambientale in compagnia degli asini de Gli Amici dell’Asino, storico ed incursioni storiche a cura della “Compagnia del Drago Verde” di Firenze. A Mulin di Bucchio si terrà la dimostrazione sull’impasto e cottura nel tradizionale forno a legna.

Ultimo appuntamento di luglio domenica 24 luglio a Romena sui passi di Dante con partenza dala Pieve di Romena al termine del concerto all’alba di Naturalmente Pianoforte.
Alla presenza di una guida ambientale e di uno storico si ascenderà dalla Pieve al castello di Romena passando Fonte Branda, con declamazione di alcuni versi della Divina Commedia, fino a raggiungere un’azienda agricola dell’area dove potranno essere degustati prodotti tipici a km zero.

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza