Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
13 Set 2016

“Futurando… si impara!”: a Perugia il festival della sostenibilità

Scritto da: Leonardo Spina

Una fucina di pensiero, un crocevia di persone, di idee e progetti, dove insieme si prova a costruire una nuova realtà sostenibile. Si terrà il 17 ed il 18 settembre a Ponte Pattoli, in provincia di Perugia, la sesta edizione di “Futurando… si impara!”. Italia che Cambia, mediapartner del festival, sarà presente all’evento.

Una kermesse per guardare lontano ed affermare nuovi stili di vita, nuovi saperi, nella difesa della territorialità, in una regione delicata, come l’Umbria, cuore di un’Italia che deve cambiare.  “Futurando… si impara!”  è un mercato pieno di profumi e di colori, giochi di incontri, nel quale spettacoli e laboratori e una nutrita serie di conferenze tenute da personaggi di spicco, divengono il sale per la ricerca di una via possibile per costruire una nuova realtà sostenibile. Tutto questo avverrà nel fine settimana del 17 e 18 settembre a Villa Taticchi di Ponte Pattoli, Perugia. 

 

futurando

 

Questa è la sesta edizione del festival ideato da Francesca Taticchi, che mette a disposizione Villa Taticchi e il suo parco sulle rive del Tevere, e organizzato in collaborazione con l’Associazione Gaia e molte altre realtà regionali. Torna il popolo che si sente già futuro, con idee e progetti che vogliono costruire una nuova realtà, non più il “mondo alla rovescia” ormai giunto al capolinea, ma un mondo al “dritto”, dove ad essere promossa è la qualità: della vita, delle produzioni, delle relazioni, delle azioni, del pensiero, delle emozioni, dei valori.

 

Dunque una fucina di pensiero, un crocevia di persone che vogliono recuperare e valorizzare luoghi, tradizioni e saperi della terra umbra e contemporaneamente non chiudersi nel particolare restando ben aperti verso il risveglio generale che pian piano si delinea. C’è ottimismo, in questo, perché si è finalmente consapevoli di non essere isolati e di avere grandi valori da mettere sul piatto. In effetti – dicono gli organizzatori, “qui la vera ricchezza non è più il denaro ma il saper fare, e la vera felicità non è più associata al mero benessere economico ma a valori come la condivisione, la solidarietà e la piena espressione dell’ individuo attraverso il lavoro”. Un lavoro non più inteso come “fatica”, ma come “arte”, l’arte del “muovere l’ingegno”.

 

futurando2

 

Una manifestazione – Futurando – al “gerundio”, cioè nel segno del qui e ora: nella mappa della Villa Taticchi ci sono infatti molti altri “gerundi”, punti di attrazione come: Coltivando, Lavorando, Riducendo, Prendendosi Cura, Giocando, Crescendo, Danzando, Dialogando, Mangiando e Musicando nei quali decine di attività, esposizioni, parole ed azioni assumono il senso del grande cantiere creativo.

 

Le conferenze sono raggruppate in tre aree tematiche: Economia e società – Educazione e fare rete – Benessere e alimentazione. A queste sono accostate proiezioni di film e dibattiti derivati dalle presentazioni e conferenze. Significativa la partecipazione di Italia che Cambia, attraverso i suoi “speciali” Agenti del Cambiamento, come Daniela Bartolini, Carolina Oro, Piergiorgio Faraglia, Roberto Battista, Leonardo Spina, Filippo Bozotti e altri ancora.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Un po’ di aggiornamenti sul covid nel mondo – Io Non Mi Rassegno #175

|

Sei anni di energia rinnovabile, etica, sostenibile: ènostra festeggia con sconti e promozioni

|

Le erbe spontanee: una ricchezza da riscoprire e tutelare

|

Nel borgo di montagna arriva una “scuola ispirazionale” per combattere lo spopolamento

|

Con Junker app i rifiuti si riconoscono (anche) grazie all’intelligenza artificiale

|

Può esistere una lobby buona?

|

Integrazione e solidarietà nel cuore di Ballarò

|

The Honey bar, qualcosa di nuovo ronza nel centro di Genova