25 Ott 2016

In cerca del lupo nel Parco

Scritto da: Daniela Bartolini

Sessioni straordinarie di wolf howling e incontri intorno al lupo per conoscere il predatore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Dal 12 novembre 2016 al 21 gennaio 2017

E’ il predatore per antonomasia delle foreste casentinesi, uno degli animali più affascinanti e difficili da incontrare nonostante il numero delle presenze all’interno del territorio del Parco Nazionale sia da anni in aumento.
Il lupo accende l’attenzione di tutti e diventa sempre più attrattiva per gli amanti della natura, di un turismo lento e rispettoso dell’ambiente.

Per questo il Parco già da tempo ha coinvolto nel censimento del lupo anche amatori, opportunamente seguiti e supportati ed adesso lancia un calendario di sessioni straordinarie di wolf howling per poter dare a più persone l’opportunità di vivere un’esperienza unica.
“Il wolf howling è una delle tecniche di censimento del lupo che permette di individuare soggetti singoli o nuclei famigliari sfruttando la naturale tendenza del lupo ad ululare. Consiste nell’emissione di ululati preregistrati tramite un’idonea strumentazione oppure a voce, inducendo così risposte vocali da parte dei lupi e permettendo di determinare la presenza o assenza, di stimare il numero minimo di individui e di accertare l’avvenuta riproduzione attraverso la risposta dei cuccioli “.

L’Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi ha deciso di disciplinare lo svolgimento di questa attività di monitoraggio del lupo. La regolamentazione permetterà di non arrecare eccessivo disturbo a questa specie particolarmente protetta e nel contempo di raccogliere dati standardizzati utili e integrabili con i dati del monitoraggio ordinario eseguito dal Parco in collaborazione con il CTA – CFS.
Il 18 ottobre 2016 l’Ente Parco ha formato 13 guide ufficiali del parco e guide GAE per l’accompagnamento di gruppi per lo svolgimento di sessioni straordinarie di wolf howling, in periodi prestabiliti e per un numero limitato di sessioni.
Ogni guida ha presentato un progetto formativo da proporre ai propri gruppi comprensivo anche di informazioni riguardo la biologia del lupo e le attività di monitoraggio svolte dal Parco Nazionale. Alla sera ogni guida accompagnerà, nei punti assegnati, un numero massimo di 20 persone che potranno provare la meravigliosa esperienza di sentire ululare i lupi immersi nel buio della notte.

Programma completo.

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo