20 Ott 2016

Prima edizione del Casentino Book Festival nel Parco Nazionale

Scritto da: Daniela Bartolini

Da domani a domenica tanti gli eventi per “Libra”, il Casentino Book Festival organizzato dalla Cooperativa InQuiete per celebrare la bellezza della letteratura e il valore naturalistico e spirituale della valle del Casentino. dedicato alla letteratura di ambientazione montana e naturalistica.

Si alza il sipario sulla prima edizione di “Libra”, Casentino Book Festival. Scenario dell’evento che si svolgerà dal 21 al 23 ottobre, il paesaggio autunnale del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, e più esattamente il suo avamposto meridionale: Chiusi della Verna e la Vallesanta.

Un festival diffuso sul territorio e dedicato alla letteratura di ambientazione montana e naturalistica, con incontri a tema ed escursioni in compagnia degli autori. Si inizia venerdì, a Rimbocchi, in compagnia di Simona Baldanzi, scrittrice di viaggi a piedi e di lavoratori in Appennino, dalle vecchie manifatture fino ai cantieri dell’alta velocità, passando per Barbiana e Montesole. Il sabato a Corezzo sarà invece protagonista il lupo, con un dibattito a tre voci di narratori che hanno dedicato romanzi al predatore simbolo di queste montagne: Giuseppe Festa, Mirto Campi, Giacomo Revelli. Nell’occasione si svolgerà anche, dalle ore 17 alle 23, il Mercatale della Vallesanta, con oltre 25 espositori locali nella grande struttura al coperto del paese, a proporre prodotti biologici e artigianali. La domenica infine, a Chiusi della Verna, gran chiusura con Tiziano Fratus, il cercatore di alberi, e Paolo Cognetti, meglio conosciuto al pubblico letterario come “Il ragazzo selvatico”, suo grande successo editoriale. Con loro ci sarà Michele Marziani, direttore artistico del Festival.

“Libra” però è anche e molto altro: poesie e acquerelli dal vivo, laboratori per i più piccoli, degustazioni di prodotti tipici, mercati di produttori locali, mostre fotografiche, concerti.
Un progetto nel quale ha investito anche l’amministrazione comunale con l’intento di sostenere un festival che può diventare punto di riferimento per appassionati di letteratura e natura e stimolare la presenza turistica in un periodo più povero di iniziative ma più ricco di suggestione e bellezza.

Il Festival, organizzato con il contributo del Comune di Chiusi della Verna, del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi e dell’Ecomuseo del Casentino, è un progetto ideato e realizzato dalla Cooperativa In Quiete.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo