24 Gen 2017

Il cammino di Francesco e il Turismo dei Cammini

Scritto da: Daniela Bartolini

Il Comune di Chiusi della Verna si propone come capofila per i Cammini di Francesco, un progetto che anche il governo sosterrà per valorizzare il territorio e incentivarne la crescita economica.

In questi giorni il CIPE – Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica – ha dato il via libera ad un finanziamento da venti milioni di euro per realizzare le opere necessarie a rendere ben fruibili da turisti e appassionati i “Cammini di Francesco”. Il progetto intende valorizzare ed incentivare la crescita economica del territorio attraverso lo sviluppo del turismo dei cammini, creando le strutture viarie e ricettive idonee alle esigenze di questo particolare tipo di turisti “slow”.

L’avvio di un progetto unitario e condiviso sotto l’egida ed i fondi del Cipe è comunque una valida opportunità per operatori turistici e per eventuali nuove imprese. I sentieri interessati fanno capo a La Verna, teatro fra l’altro dell’incontro del settembre scorso proprio per la posizione centrale del Comune di Chiusi della Verna rispetto ad itinerari ispirati all’esperienza del Santo di Assisi. Cerbaiolo e Montecasale verso l’Umbria, Caprese Michelangelo, Anghiari, Arezzo e Cortona verso il lago Trasimeno; Badia Tedalda e Sestino verso la Romagna via San Leo e Verucchio, sono alcune delle direttrici verso le quali gli antichi cammini si muovono.

“Faccio parte – dice il Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini commentando il preannunciato arrivo dei fondi – dell’associazione “I Cammini di Francesco”. Il nostro Comune è capofila per la raccolta e la presentazione dei progetti attraverso i quali elencare gli interventi da realizzare. Oggi si presenta un’importante occasione per pensare, fra l’altro, al recupero di strutture esistenti o alla realizzazione di altre possibilità, in un contesto ambientale di grande valore storico, ambientale, religioso. In questi giorni stiamo ultimando la preparazione delle schede progettuali, che giovedì 26 porterò nel consiglio di amministrazione dell’Associazione per condividere con tutti i membri le azioni da fare sul territorio”.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo