21 Apr 2017

Bike Tour della Decrescita: aiutaci a raccontarlo!

Scritto da: Redazione

Continua la campagna crowdfunding per produrre un documentario sul Bike Tour della Decrescita, un viaggio in bicicletta che ha attraversato tutto il Sud Italia da Lecce a Palermo per raccontare le realtà che che dal basso, silenziosamente, si battono per il cambiamento. Volete aiutarci anche voi?

Sulle orme di François Schneider, che nel 2004 girò per circa un anno in Francia in compagnia del suo asino per diffondere il pensiero della decrescita, è nato il progetto del Bike Tour della Decrescita, organizzato dal Movimento per la Decrescita Felice in collaborazione con Italia che Cambia.

BTMDFLo scorso settembre un gruppo di 20 ciclo-attivisti, ispirati dal pensiero della decrescita felice, ha pedalato da Lecce a Palermo, inseguendo un sogno: un mondo diverso, più felice, equo e sostenibile.

 

“Abbiamo pedalato per due settimane, sotto il sole, sotto la pioggia, traghettando passaggi a livello e scalando scarpate, cercando, pedalata dopo pedalata, di dimostrare che un’alternativa esiste. Ciò che ci ha spinto in quest’avventura è stato soprattutto il desiderio di conoscere e dare voce alle moltissime realtà che dal basso, silenziosamente, si battono per il cambiamento.

 

Quasi nessuno di noi era davvero un cicloturista, la forma atletica era perlopiù appena sufficiente e l’attrezzatura non sicuramente il top… Non è stato proprio un viaggio, ma piuttosto un’impresa (ogni giorno pedalavamo circa 50-70 chilometri, per ritrovarci a gestire la consueta conferenza serale all’arrivo!) a cui siamo arrivati in fondo a malapena, esausti, ma con gli occhi lucidi”.

 

Sull’onda dell’entusiasmo di questa iniziativa lanciamo ora una campagna di crowdfunding per produrre un documentario attraverso cui poter raccontare a tutti di questa straordinaria esperienza, per far conoscere le incredibili realtà che i ciclo attivisti hanno incontrato durante il percorso e, tappa per tappa, parlarvi dell’ utopia concreta che ha animato il viaggio: la decrescita.

 

Maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione sono visionabili al questo link.

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Destinazione Umana: dall’ispirazione ai viaggi lenti, ecco come cambia (in meglio) il turismo
Destinazione Umana: dall’ispirazione ai viaggi lenti, ecco come cambia (in meglio) il turismo

Silvia Gogna e il suo punto noleggio bici: “Ho cambiato vita per tenere viva la mia valle”
Silvia Gogna e il suo punto noleggio bici: “Ho cambiato vita per tenere viva la mia valle”

Mela, Maurizio e la loro casa in pietra dove sentirsi a casa sul Lago D’Orta
Mela, Maurizio e la loro casa in pietra dove sentirsi a casa sul Lago D’Orta

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Le conseguenze del tremendo terremoto in Siria e Turchia – #665

|

La Tintoria di Quaregna: quando la tintura naturale trasforma la moda etica – Io Faccio Così #354

|

Destinazione Umana: dall’ispirazione ai viaggi lenti, ecco come cambia (in meglio) il turismo

|

Selvatica, il progetto di Lenor e Marco per far conoscere i benefici dei fermentati

|

I giovani ecologisti della Repubblica Democratica del Congo che proteggono la foresta

|

Autosufficienza Live: come vivere una vita autentica e indipendente

|

Alla chiusura della stagione di caccia il WWF lancia l’allarme su morti e feriti

|

L’effetto biofilia nell’educazione esperienziale, per riavvicinarci al selvatico e alla natura