21 Apr 2017

Bike Tour della Decrescita: aiutaci a raccontarlo!

Scritto da: Redazione

Continua la campagna crowdfunding per produrre un documentario sul Bike Tour della Decrescita, un viaggio in bicicletta che ha attraversato tutto il Sud Italia da Lecce a Palermo per raccontare le realtà che che dal basso, silenziosamente, si battono per il cambiamento. Volete aiutarci anche voi?

Sulle orme di François Schneider, che nel 2004 girò per circa un anno in Francia in compagnia del suo asino per diffondere il pensiero della decrescita, è nato il progetto del Bike Tour della Decrescita, organizzato dal Movimento per la Decrescita Felice in collaborazione con Italia che Cambia.

BTMDFLo scorso settembre un gruppo di 20 ciclo-attivisti, ispirati dal pensiero della decrescita felice, ha pedalato da Lecce a Palermo, inseguendo un sogno: un mondo diverso, più felice, equo e sostenibile.

 

“Abbiamo pedalato per due settimane, sotto il sole, sotto la pioggia, traghettando passaggi a livello e scalando scarpate, cercando, pedalata dopo pedalata, di dimostrare che un’alternativa esiste. Ciò che ci ha spinto in quest’avventura è stato soprattutto il desiderio di conoscere e dare voce alle moltissime realtà che dal basso, silenziosamente, si battono per il cambiamento.

Ti è piaciuto questo contenuto? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

 

Quasi nessuno di noi era davvero un cicloturista, la forma atletica era perlopiù appena sufficiente e l’attrezzatura non sicuramente il top… Non è stato proprio un viaggio, ma piuttosto un’impresa (ogni giorno pedalavamo circa 50-70 chilometri, per ritrovarci a gestire la consueta conferenza serale all’arrivo!) a cui siamo arrivati in fondo a malapena, esausti, ma con gli occhi lucidi”.

 

Sull’onda dell’entusiasmo di questa iniziativa lanciamo ora una campagna di crowdfunding per produrre un documentario attraverso cui poter raccontare a tutti di questa straordinaria esperienza, per far conoscere le incredibili realtà che i ciclo attivisti hanno incontrato durante il percorso e, tappa per tappa, parlarvi dell’ utopia concreta che ha animato il viaggio: la decrescita.

 

Maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione sono visionabili al questo link.

 

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

L’attentato in Afghanistan e il dramma di un paese abbandonato – Io Non Mi Rassegno #365

|

Sfusi e Riusi: il negozio alla spina che dà lavoro alle persone fragili

|

Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi fra i primi 50 al mondo

|

Cambiamo approccio e facciamo in modo che il contagio si diffonda!

|

MUSE FabLab: promoviamo la cultura della riparazione

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali