Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
10 Mag 2017

La prima festa nazionale della decrescita felice!

Scritto da: Redazione

Il 12 e 13 maggio si terrà presso la Città dell’Altra Economia di Roma la prima festa nazionale della decrescita felice, con laboratori, convegni, giochi e spettacoli per imparare a vivere meglio! Tanti ospiti, un bilancio di sostenibilità del festival, stand informativi, materiale e decine di eventi. Anche Italia Che Cambia è media partner.

Il Movimento per la Decrescita Felice e il Movimento per la Decrescita Felice Roma organizzano, in collaborazione con la Città dell’Altra Economia e con il Patrocinio del Comune di Roma la prima Festa Nazionale della Decrescita Felice. Appuntamento sabato 13 maggio e domenica 14 maggio 2017 presso la Città dell’Altra Economia. Italia Che Cambia è fra i media partner dell’evento.

immagine di copertina FB CORRETTAOltre 50 eventi gratuiti in due giornate: convegni, seminari, workshop, proiezioni film, laboratori di autoproduzione, mercato contadino e artigianale, spettacoli circensi, danze e musiche, area olistica, yoga e benessere, attività per bambini con i circoli MDF di tutta Italia per festeggiare i 10 anni dalla nascita della Decrescita Felice.

 

Dal 2007 MDF compie importanti passi di sensibilizzazione su temi quali gli stili di vita consapevoli, una maggiore attenzione per l’ambiente e la scoperta del vero significato di “progresso” che passa prima di tutto e più di tutto dalle relazioni umane e dal rispetto per il nostro pianeta.

 

Come ridurre gli sprechi energetici? Che cosa mettiamo nel piatto? È possibile ammodernare da soli un vecchio PC? Come si fa a produrre autonomamente beni primari, come detersivi, latte vegetale e cosmetici? L’evento sarà una vera e propria occasione per rispondere a queste e altre domande, riflettere festeggiando e apprendere divertendosi.

 

 

Sabato 13 maggio a partire dalle ore 11 si terranno in contemporanea proiezioni e laboratori pratici incentrati sull’importanza della nutrizione e della sostenibilità ambientale, e una conferenza evento del regista pluripremiato Thomas Torelli. Alle ore 16 è prevista la tavola rotonda con le proposte della “Decrescita Felice” con Maurizio Pallante, fondatore di MDF, Pinuccia Montanari, Assessore Ambiente Comune di Roma e Gaetano Pascale, pres. Slow Food Italia. La festa proseguirà sotto le stelle fino a mezzanotte, (con spettacoli circensi), con ospiti d’eccezione: alle 19:30 l’esibizione della compagnia Circo Improvviso, con il suo poetico spettacolo Pindarico, e a seguire stage e danze Balfolk!

 festa1

Il 14 maggio, a partire dalle ore 10.30, si terranno nuovi convegni, laboratori di autoproduzione e “L’Abitare sano, sostenibile e a basso impatto” a cura di Laura Pesarin, presidente di MDF Roma, e Federica Rella. Dalle 14.30 parleranno di “Nutrizione consapevole” il dott. Vasco Merciadri, il dott. Antonio Caprioli e Vittorio Curtarello. Alle 16, con Lucia Cuffaro, presidente del Movimento per la Decrescita Felice, e la giornalista Elena Tioli scopriremo gli “Ingredienti tossici nei prodotti di uso quotidiano e le alternative naturali”, per finire alle ore 18 con la proiezione del docufilm Capire il passato per vivere felici di Helena Norberg Hodge, premio Nobel Alternativo.

 

Per tutto il weekend sarà garantito anche il servizio di ristorazione, grazie ai ristoranti e ai food truck con cibo da strada vegetariano e vegano. Due giorni di “jam session” a suon di approfondimento e divertimento uniti da un filo comune: la consapevolezza di dover riflettere attentamente e proporre alternative a stili di vita insostenibili per il pianeta.

 

 

MDF è infine orgogliosa di annunciare il suo nuovo modello di Bilancio di Sostenibilità. Anche questa festa utilizzerà un po’ dell’energia e della materia che la Terra ci mette a disposizione e MDF si pone l’obiettivo di misurare l’impatto dell’evento (CO2 emessa, rifiuti creati, acqua utilizzata…) per renderlo il più possibile sostenibile, compensando le emissioni di CO2. Monitoreremo anche le persone che hanno partecipato e le reti e associazioni partecipanti per i mesi successivi all’evento e i miglioramento nello stile di vita di questi. Alla fine sarà reso pubblico il Bilancio di Sostenibilità della Festa, che ci aiuterà a capire quanti cambiamenti nel senso della Decrescita felice avranno comportato le energie profuse per l’evento.

 

#IoNonMiRassegno 9/12/2019

|

COP25: i popoli indigeni esigono più partecipazione

|

15 “lezioni” per cambiare la finanza in senso etico e sociale

|

Storie di persone che hanno scelto la vita in campagna

|

COP25: i genitori di tutto il mondo lanciano un appello urgente

|

GEN Ucraina, una rete di ecovillaggi per uscire dall’isolamento

|

Tibet Festival: al via un lungo viaggio sul tetto del mondo

|

“Mamme imprenditrici, voglio raccontare le vostre storie!”