Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
25 Ago 2017

Buon inizio settembre! Ad Alessandria il Capodanno si festeggia il 31 agosto

Scritto da: Alessia Canzian

Avete già deciso come festeggiare Capodanno?
Una domanda del genere a fine agosto sembrerebbe anacronistica in ogni parte del mondo, tuttavia per gli alessandrini è del tutto normale, così come è normale la risposta: “brindisi di mezzanotte al Mezzolitro!”.

Siamo nel 2003 quando a Monica Moccagatta, titolare con Piercarla Negro della Vineria Mezzolitro, viene in mente un’idea del tutto originale. “Ho sempre pensato che settembre fosse l’inizio dell’anno”, ci conferma Monica, “perché riaprono le scuole, riaprono le fabbriche e tutti si mettono nell’ordine di idee di essere meno frivoli. Così mi è venuta l’idea di creare un Capodanno a fine agosto”.

Un Capodanno da vivere in piazza, ma senza i cappotti pesanti e le sciarpe ingombranti, bensì al fresco della brezza notturna di fine estate.

Una festa veramente all’avanguardia, non solo perché ha saputo colorare una città che solitamente viene associata al colore grigio, ma soprattutto perché ha saputo tessere una rete sempre più solida formata dai titolari di bar, ristoranti, pizzerie, vinerie, osterie che hanno scelto di aderire alla celebrazione collaborando alla realizzazione degli eventi e dei gadget, come le spille che si potranno trovare all’interno dei locali aderenti alla festa.

Tutto rigorosamente color rosso, come rossa è la Passione che contraddistingue il Capodanno alessandrino 2017. “Il tema della Passione vuole essere un augurio”, afferma Monica, “perché la passione porta un’energia talmente forte che riesce ad alleggerire anche le sfide più grandi”.

Una passione che non si esaurisce nella festa, ma che è anche passione per gli altri, ovvero solidarietà. Infatti, dal suo esordio, il Capodanno Alessandrino si contraddistingue come una festa solidale. La quota di adesione dei locali che aderiscono alla manifestazione permette, ogni anno, di destinare una somma alla sezione di Alessandria dell’A.I.L. (Associazione Italiana contro le Leucemie e i Linfomi). “Questi finanziamenti vengono riservati alla ricerca clinica”, conferma Roberto Guaschino, rappresentante della sezione alessandrina dell’A.I.L. “noi abbiamo bisogno di finanziamenti per poter accedere a protocolli innovativi internazionali. Questo per poter permettere ai nostri pazienti di poter accedere a farmaci innovativi che diversamente non sarebbe possibile raggiungere”.

Un valore aggiunto di non poco conto, per una festa che non vuole essere solo un momento di gioia e condivisione, ma anche un’esortazione a portare la città in strada. Un’idea innovativa che ha saputo trasformarsi in un patrimonio della città, che ha saputo animare il tessuto economico cittadino e offrire un’immagine positiva di Alessandria.

Un’Alessandria che si avvolge di magia per una notte. La magia dei buoni propositi che contraddistingue ogni nuovo inizio. Il brindisi e il bacio di portafortuna in un contesto di colore e allegria tutta estiva.
Un programma ricchissimo, formato da concerti itineranti, esibizioni, buon cibo e conto alla rovescia di gruppo.
Tutto questo grazie alla geniale fantasia di Monica che ha saputo osare divertendosi.
“Invito i partecipanti”, dichiara a Monica, “ad indossare qualcosa di rosso la sera del 31 agosto, quando festeggeremo l’inizio dell’anno della passione. Un “inizio” che vivremo tutti insieme, ciascuno con proposte diverse, per prendere per mano e guidare chi vorrà festeggiare con noi”.

Allora, che abbia inizio questo nuovo anno e che sia ricco di passione perché, come diceva Hegel: “Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione”.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Come affronteremo la crisi del debito? – Io Non Mi Rassegno #112

|

Capanna di Betlemme: un esempio di accoglienza e ospitalità nei giorni dell’emergenza

|

Emergenza Covid-19: riparti dalle tue risorse interiori

|

Matteo Ficara: “Con l’immaginazione può rinascere una specie felice!” – Meme #33

|

Cinemambiente a casa tua: i film per ripensare il nostro futuro

|

Felber: “Perché non si affronta la crisi ambientale come il coronavirus?”

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

Copy link
Powered by Social Snap