23 Ott 2017

A Cittadellarte un viaggio culturale nelle relazioni tra mente, corpo ed emozioni

Scritto da: Luca Deias

La Fondazione Pistoletto, in collaborazione con Nuccio Panella, ha organizzato per mercoledì 25 ottobre alle 20.15 un workshop incentrato sul "ricordo di sé, la chiave di controllo dei comportamenti abitudinari ed inconsci".

Che cos’è la mente? E l’ego? Cosa sono la coscienza e la consapevolezza mindfullness? Attorno a queste domande si focalizzerà il quarto workshop “Corpo sano in mente sana”, organizzato da Cittadellarte in collaborazione con Nuccio Panella.

L’appuntamento si terrà mercoledì 25 ottobre alle ore 20.15 negli spazi della Fondazione Pistoletto in via Serralunga 27 a Biella. L’incontro si focalizzerà, come scritto nella presentazione dell’evento, sul “ricordo di sé, la chiave di controllo dei comportamenti abitudinari ed inconsci”. Si tratta di un viaggio culturale inerente alle relazioni tra mente, corpo ed emozioni.

Il relatore Nuccio Panella, dialogando con il direttore di Cittadellarte Paolo Naldini, guiderà i partecipanti in un breve esercizio pratico di percezione corporea, basato su una tecnica di focalizzazione dell’attenzione. “In questo contesto – spiegano gli organizzatori – sarà possibile attuare direttamente il funzionamento della propria Corteccia Prefrontale, che è la parte più evoluta del nostro sistema celebrale, e la vera presenza di se stessi”.

Ci sarà spazio anche per un confronto fra i presenti che permetterà una condivisione di pensieri e sensazioni. L’iniziativa continuerà affrontando la tematica delle abitudini mentali, dei comportamenti automatici e delle emozioni come “energia inarrestabile di comunicazione verbale e non”, spiegando come queste, se fuori controllo, portino a reagire in maniera inopportuna nei frangenti della vita quotidiana.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione scrivendo una mail all’indirizzo termeculturali@cittadellarte.it.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Nomadi d’Occidente, storie di viaggiatori che cambiano la vita
Nomadi d’Occidente, storie di viaggiatori che cambiano la vita

Circ’Opificio: disciplina, impegno e condivisione arrivano nei quartieri più emarginati grazie alle arti circensi
Circ’Opificio: disciplina, impegno e condivisione arrivano nei quartieri più emarginati grazie alle arti circensi

Creature fantastiche e dove trovarle. Gabriele Pino ci racconta (e disegna) quelle della val Borbera
Creature fantastiche e dove trovarle. Gabriele Pino ci racconta (e disegna) quelle della val Borbera

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

L’Europa accelera sui sistemi di riuso – #630

|

OZ-Officine Zero, la multifactory che porta rigenerazione e innovazione nel cuore di Roma – Io Faccio Così #348

|

La storia di Paola, la mamma “scomoda” che si batte affinché la disabilità diventi di tutti

|

Nomadi d’Occidente, storie di viaggiatori che cambiano la vita

|

Iran, molto più che proteste: è iniziata la rivoluzione

|

Daisy, la scuola elementare che adotta il metodo finlandese per crescere bambini consapevoli

|

Filo.sofia: “Attraverso i nostri capi in bamboo cerchiamo di diffondere la sostenibilità mentale”

|

Asha Nayaswami: “Il mondo sta cambiando, oggi la sfida è educare i giovani alla vita”