8 Gen 2018

Dentro una riserva naturale nasce una scuola libertaria

Scritto da: Redazione

Si chiama “Albero della Tuscia” ed è rivolta ai bambini dai 3 ai 10 anni la prima scuola libertaria dell'Alto Lazio che sta per aprire all'interno di una riserva naturale a Farnese, in provincia di Viterbo.

Aule a cielo aperto, niente premi e punizioni, né compiti a casa. I bambini come soggetti in grado di prendere decisioni competenti. Questo e molto altro sarà “Albero della Tuscia”, scuola che aprirà a febbraio 2018 dentro e fuori il casale a impatto zero del laboratorio didattico della Riserva naturale Selva del Lamone, con il patrocinio del Comune di Farnese e la collaborazione della Riserva.

 

Grazie a uno speciale scuolabus – “che sarà la prima aula della giornata e non solo mezzo di trasporto”, sottolinea Anna Cacciamani, coordinatrice didattica – saranno coperti tutti i territori limitrofi, con punti di raccolta anche a Pitigliano, Acquapendente, Bolsena, Montefiascone. Previste in partenza due fasce d’età: 3-6 e 6-10. La scuola sarà aperta tutto l’anno scolastico dalle 8.30 alle 16.30 dei giorni feriali.

Anna Cacciamani, coordinatrice della scuola

Anna Cacciamani, coordinatrice della scuola


Il progetto educativo prende avvio dall’esperienza di Anna Cacciamani e Alessio Tacchetti, genitori di quattro figli e fondatori dell’asilo ad approccio libertario Nati Oggi, convenzionato con il Comune di Roma.

 

Anna ci racconta cosa lei intende per “scuola”: «Si parte dall’osservazione di ogni specifico bambino pensato nella sua complessità psichico-emotivo-corporea. Gli educatori hanno il ruolo di facilitatori di processi di apprendimento autonomo, spontaneo, esperienziale… attraverso il gioco e a fianco di maestra natura. Si sperimenta la democrazia partecipativa in ogni ambito della vita scolastica: in cerchio assembleare i bambini decidono come, quando, che cosa, dove e con chi imparare. L’ambiente che li circonda, sia naturale che al coperto, è ricco di stimoli e i bambini possono liberamente creare il proprio percorso, supportati dagli adulti, ove da loro richiesto».

 

Nel pieno rispetto dell’ecosistema, anche il piano alimentare è biologico, locale, di stagione e il più possibile autoprodotto.

 

La presentazione della scuola si terrà sabato 13 gennaio alle 10.30 a Farnese (VT), nella sede della scuola: Strada comunale del Voltone, Loc. Pian di Sala.

 

La pagina Facebook dell’evento e quella della scuola.

 

Articoli simili
Sfide, negligenze, vittorie e sogni: la missione educativa in un piccolo borgo colpito dal terremoto
Sfide, negligenze, vittorie e sogni: la missione educativa in un piccolo borgo colpito dal terremoto

Giocolibrio, il parco dove si incontrano outdoor education e neuroscienze
Giocolibrio, il parco dove si incontrano outdoor education e neuroscienze

Disobbedire vuol dire crescere e diventare consapevoli, lo dicono anche le fiabe
Disobbedire vuol dire crescere e diventare consapevoli, lo dicono anche le fiabe

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

I programmi dei partiti ai raggi X – #585

|

Oggi “sciopero creativo” per il clima e per il futuro!

|

La Sicilia Che Cambia: vi raccontiamo cosa sta succedendo sull’isola!

|

Retake scende in campo per il World Cleanup Day: milioni di persone puliscono il territorio

|

Zō trasforma Catania in un centro internazionale della rivoluzione artistica e musicale

|

Andrea di Nebraie: “Sono tornato in val Borbera per far rinascere il territorio”

|

Impresa che cambia: scopriamo gli esempi virtuosi insieme ai loro protagonisti

|

Italia Che Cambia si presenta! Un viaggio lungo dieci anni per raccontare il cambiamento