18 Mag 2018

“Un bosco per la città”: sette classi piantano alberi ad Alessandria

Scritto da: Paolo Cignini

“Un bosco per la città” è un progetto didattico del Comune di Alessandria, in collaborazione con alcune scuole primarie della città, che si pone l’obiettivo di piantumare sette alberi nel Bosco della Famiglia Rotariana. Solo dopo un percorso didattico volto alla conoscenza e ad approfondire l’importanza degli alberi per la sopravvivenza delle specie viventi.

È partito ad Alessandria, organizzato dall’Ufficio Tutela Animali del Comune in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative, il progetto “Un bosco per la città”: sette classi di alcune scuole primarie cittadine, dopo un percorso didattico tenuto dal referente dell’Ufficio Tutela Animali Sandro Lucca, a varie tappe pianteranno alcuni degli alberi che andranno a far parte del Bosco della Famiglia Rotariana.

Il progetto didattico si è articolato, prima delle prime due piantumazioni avvenute tra il 14 e il 16 di maggio, con due lezioni frontali da tre ore ciascuna, volte a sensibilizzare i bambini riguardo l’importanza dell’aria e del bosco come riserva di ossigeno e come parte essenziale della sopravvivenza di tutte le specie viventi. Oltre alle lezioni frontali, affrontate con approccio ludico-didattico e volte all’approfondimento di alcuni aspetti legati alla vita delle piante e al loro riconoscimento, il progetto prevede appunto alla fine la piantumazione di sette alberi da parte di altrettante classi della scuola primaria.

bosco per la citta classi piantano alberi 1526627935

“Un bosco per la città” si pone così l’obiettivo di incrementare, fin dai primi anni di età, il rispetto della varie forme di vita che animano e compongono l’ambiente che ci circonda: “un progetto, innovativo e importante che vuole partire proprio dai ragazzi per aiutarli a sviluppare maggior senso civico e rispetto per le nostre aree verdi – ha commentato l’assessore al Verde Pubblico, Giovanni Barosini -. Vogliamo coinvolgere i più piccoli e farli partecipare attivamente: per questa ragione ciascun classe ha elaborato anche un progetto grafico a conclusione delle lezioni che verrà esposto presso i nostri uffici. Ho invitato tutti i ragazzi a venire e a trovarci con le loro famiglie per mantenere vivo questo ottimo rapporto che si è creato”.

Oggi venerdì 18 Maggio, per la piantumazione, sarà il turno della classe terza della scuola “Alfieri” di Valle San Bartolomeo.

Le altre date rimanenti:

21 maggio – classe 4Ae 4B della scuola “Caretta” di Spinetta Marengo
22 maggio – classe 5 della scuola “Casaleggio” di Bettale
24 maggio- classe 4 della scuola “Alfieri” di Valle San Bartolomeo.

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
EERT: gli orologi in legno da cui nascono nuovi alberi
EERT: gli orologi in legno da cui nascono nuovi alberi

Piantare alberi al posto delle mine: così rinasce una terra tormentata
Piantare alberi al posto delle mine: così rinasce una terra tormentata

Un garante del verde per difendere gli alberi delle città italiane
Un garante del verde per difendere gli alberi delle città italiane

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Ha senso il bonus acqua? – Io Non Mi Rassegno #391

|

Nasce il “Muratore di valle” che recupera le borgate alpine

|

Benedetta Altichieri: storia di una relazione tra culture differenti – Amore che Cambia #11

|

La malnutrizione, Sylvie e i suoi piccoli occhi scuri e vuoti

|

Climate Space: arte, cinema e musica per celebrare i 5 elementi naturali

|

L’economista Paolo Collini: serve un Recovery Plan sostenibile e per i giovani

|

Torna il Cammino delle Panchine, per ripartire dopo la pandemia

|

Centro Kratas, un’oasi spirituale ed ecologica tra i monti Sicani