18 Giu 2018

Vivere Bio, sabato e domenica via alla quarta edizione

Torna il 23 e 24 giugno la IV edizione di Vivire Bio a Pratovecchio Stia: il biologico come modo di essere, pensare, agire in piena sintonia con la natura. due giorni di convegni, bioshopping, biomercato, cucina d’autore, degustazioni, esposizioni dei prodotti biologici e agroalimentari, laboratori didattici per i più piccoli, escursioni a piedi e in e-bile, e tanto altro ancora.

“Spesso quando si parla di biologico il pensiero subito corre alle produzioni agroalimentari, rappresentazione emblematica di un corretto rapporto tra l’uomo e l’utilizzo delle risorse naturali. In realtà, però, parlare di biologico richiede un allargamento essenziale di prospettiva, non solo ad altri settori produttivi, ma soprattutto in termini di approccio. Il “biologico” non è dato da un insieme di prodotti, che ne rappresentano casomai il frutto, ma il “biologico” è una filosofia, un modo di essere, pensare, agire in piena sintonia con la natura. Il nostro territorio è sede elettiva di questo approccio, visto che da sempre vive grazie al mantenimento di un corretto equilibrio tra l’attività dell’uomo e il rispetto delle risorse naturali, concretizzazione di una simbiosi in cui l’uomo si prende cura della natura e questa lo ricambia con i propri frutti.
Oggi più che mai per le popolazioni che vivono nel territorio del Parco o nelle sue vicinanze è fondamentale recuperare questa simbiosi e farne leva di sviluppo economico, grazie all’azione congiunta di tutti gli attori. I territori montani hanno sempre costituito una risorsa per l’economia e per l’ambiente ma sono sempre più considerati come un luogo periferico, lontano dalla centralità dei grandi aggregati urbani. Le aree montane hanno invece molte risorse su cui possono costruire il loro sviluppo: per questo abbiamo scelto quest’anno di analizzare più a fondo il tema della montagna che produce e che innova. L’edizione 2018 di Vivere Bio sarà dedicata quindi a promuovere le Buone Pratiche innovative che hanno trovato applicazione nei territori montani e che possono costituire la road map di uno sviluppo possibile per il prossimo futuro”
.

Questo è il messaggio con cui si presenta la IV edizione di Vivere Bio, iniziativa voluta dall’Amministrazione Comunale che passa con questa edizione dal tardo autunno ai primi giorni dell’estate.
Cuore della manifestazione che torna a Pratovecchio Stia il 23 e 24 giugno, sarà l’antico lanificio di Stia, dove si svolgerà una buona parte del programma di “Vivere Bio” e degli eventi legati al mondo del biologico e alla filiera del legno.

Anche questa volta Vivere Bio significa due giorni di convegni, bioshopping, biomercato, cucina d’autore, degustazioni, esposizioni dei prodotti biologici e agroalimentari, laboratori didattici per i più piccoli, escursioni a piedi e in e-bile, e tanto altro ancora. Saranno approfonditi tutti gli aspetti della filosofia Bio: la gastronomia, l’agricoltura, l’architettura, l’edilizia, l’ingegneria, le energie rinnovabili, la bioedilizia, la biodiversità e tanto altro, in una manifestazione che si sta affermando cone un punto di riferimento per le aziende ed i consumatori del settore biologico e della filiera della foresta-legno-energia a livello nazionale.

vivere bio quarta edizione 1529314359

Nell’ambito della manifestazione, nel pomeriggio di sabato 23 giugno saranno inaugurate le sedi di “Officine Capodarno” e presentato il progetto al quale partecipa anche l’Accademia dei Georgofili, assieme all’Accademia Italiana di Scienze Forestali, la Regione Toscana ed altre istituzioni pubbliche, enti locali e molti soggetti del mondo della ricerca, della scuola e dell’imprenditoria. Le “Officine Capodarno” si prefiggono di essere un laboratorio di sviluppo per l’imprenditoria montana, con l’obiettivo di agevolare la formazione e la sperimentazione nei settori per i quali la localizzazione montana può rappresentare un valore aggiunto, come ad esempio: filiera del legno e bioedilizia, agricoltura biologica e recupero delle sementi antiche, gestione del patrimonio forestale e faunistico, ingegneria ambientale, energie alternative, artigianato del legno del ferro e della pietra, gastronomia e turismo naturalistico. Nel perseguire questo obiettivo, le Officine saranno un luogo di incontro tra scuola superiore, imprenditoria e ricerca universitaria, offrendo opportunità per nuovi spazi di lavoro.

Programma

Sabato 23 giugno
16.30 – LAVORAZIONE DEL FORMAGGIO Dimostrazione di lavorazione del formaggio fresco a cura dell’Azienda Agricola “Il Fosso” di Pratovecchio
17.00 – COOKING SHOWBocconcini di maiale alla mediterranea con olive, pomodorini e erbe toscane
18.00 – COOKING SHOW
 Doppio crumble di verdure e noci su crema di yogurt
19.00 – BIOAPERITIVO Degustazione dei prodotti bio del territorio a cura della Pro Stia
*Chef Enrica Romani (Agriturismo “Badia Ficarolo” Palazzo del Pero).

Escursione BIO in Ebike! Dalle 9,30 alle 12,30 Evento gratuito
Tour guidato ad anello da Stia passando per il castello e la pieve di Romena. Visita e degustazione di prodotti a Km 0 presso l’azienda Occhiolini. Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@casentinoebike.it Adatto anche a famiglie con bimbi.

Al castagneto monumentale di Montalto in Ebike
Dalle 15,30 alle 18,30. Costo di partecipazione € 25,00 Ciclo escursione in ebike al castagneto di Montalto, alla scoperta dei castagni vetusti e ai frutti della montagna che hanno sfamato boscaioli e montanari. Partenza da Stia. Prenotazioni a info@casentinoebike.it Adatto anche a famiglie con bimbi.

vivere bio quarta edizione 1529314472

 …per i piu’ piccoli
• sabato 15.00 – 19.00 e domenica 10.00-12.00/15.00-19.00
Impastare che meraviglia! … giocando con dolci e verdure
Laboratorio di cucina per i più piccoli. A cura della Banda dei Piccoli Chef
Arte della lana: impariamo a imbottire i nostri giocattoli
Durante le due giornate, presentazione e dimostrazione del progetto “Sul filo della Lana: dal vello al prodotto finito” promosso dal Museo dell’Arte della Lana, in cui viene recuperato la lana delle pecore degli allevatori del Casentino
 
Domenica 24 giugno
16.00 – ODORI E SAPORI DELLE ERBE AROMATICHE PER ADULTI E BAMBINI
Laboratorio per apprendere l’uso delle erbe aromatiche nei liquori e nel sale
A cura dell’Agricola Lucatello di Pratovecchio
17.00 – COOKING SHOW Gnocchi di ricotta al profumo di menta con centrifuga di gazpacho
18.00 – COOKING SHOW
 Focaccia con verdure e la sua marinata all’aglione con purea di fagioli
*Chef Shady Hasbun e Chef Anas El Jamari
 
Durante i cooking show di domenica sarà presente il Dott. Francesco Cipriani (ASL Toscana Centro – Dipartimento Epidemologia), esperto in nutrizione che illustrerà i valori nutrizionali dei piatti della nostra tradizione e la prevenzione della salute attraverso un buon uso del cibo (piramide alimentare)
 
Il pane come una volta
Domenica 24 ore 11.00
Dalla farina al pane passando per la pasta acida Simone Marri titolare del forno Bio Forno Biogiorno insieme a Marco Nardi Slow Food Condotta del Casentino spiegheranno e faranno provare l’arte di fare il pane come una volta. Assaggi dei vari tipi di pane per spiegarne le differenze. Produttore di grano e farina Andreas Osthaus, Fattoria di Selvoli. Max 30 partecipanti
 
Il Lanificio, il Castello e il Mulino-trekking gratuito per “VivereBio”
Domenica 24 giugno escursione a cura di Cooperativa InQuiete alla scoperta dell’alta valle dell’Arno e alcuni luoghi simbolo più suggestivi, con partenza dal Lanificio di Stia ed arrivo a Molin di Bucchio, passando dal castello di Porciano e dal complesso di Santa Maria delle Grazie. L’evento gratuito con merenda all’antico mulino a base di prodotti tipici e servizio navetta per il rientro a Stia. Ritrovo ore 14.30 presso Lanificio di Stia. Adatta a tutti (richieste adeguate calzature da trekking), bambini dagli 8 anni in su.
Prenotazione obbligatoria a info@cooperativainquiete.it

Convegni

Sabato 23 giugno
La montagna che produce e innova
9.00 Registrazione
9.30 INAUGURAZIONE Saluti istituzionali
10.00 Strumenti e opportunità per i territori della montagna
Modera Donato Romano, Accademia Georgofili (FI)
10.15 Le opportunità per la montagna: la strategia delle aree interne
Raoul Romano, CREA
10.45 Il ruolo europeo e italiano di Euromontana
Enrico Calvo, ERSAF – Euromontana coord. Italia
11.15 La valorizzazione dei prodotti tipici
Marina Lauri, ANCI Toscana
11:45 Il Bando regionale per le Cooperative di comunità
Vittorio Bugli, ass. alla Presidenza Regione Toscana
12.15 Tavola Rotonda: quali opportunità per uno sviluppo sostenibile di vallata
Modera Maria Grazia Mammuccini, Federbio-Nicolò Caleri, Sindaco di Pratovecchio Stia-Eleonora Ducci, Unione dei Comuni del Casentino-Daniele Bernardini, Sindaco di Bibbiena-Paolo Cerofolini, ass. Biodistretto Casentino-Alessandro Triantafyllidis, Biodistretto Val di Vara
Presentazione del protocollo territoriale per la nascita del Biodistretto del Casentino

15.30 Inaugurazione Officine Capodarno
Nicolò Caleri, Sindaco di Pratovecchio Stia-Vincenzo Ceccarelli, Assessore alle Infrastrutture, mobilità, urbanistica e politiche abitative Regione Toscana-Luca Santini, Presidente Parco Nazionale Foreste Casentinesi-Eleonora Ducci, Unione dei Comuni del Casentino

16.30 Presentazione della mostra degli elaborati prodotti dagli studenti nell’ambito del Laboratorio “Design e tecnologie per la sostenibilità”, del Corso di laurea Magistrale in design presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze
Eleonora Ducci, Unione dei Comuni del Casentino-Alfredo Bresciani, Ufficio Forestazione Unione dei Comuni del Casentino-Giuseppe Lotti, Presidente CDL Magistrale in Design al dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze-Marco Fioravanti, docente CDL Magistrale in Design Dipartimento GESAAF UNIFI
Modera Andre a Rossi, Ecomuseo del Casentino

Domenica 24 giugno
La montagna che produce e innova 
BUONE PRATICHE ED ESPERIENZE DI ECONOMIA SOSTENIBILE E INNOVAZIONE NELLE AREE MONTANE
9.45 Presentazione del convegno-Modera Marcello Miozzo, D.R.E.Am. Italia
10.00 Progetto “Oltreterra” per i comuni del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi
Luca Santini, Presidente Parco Nazionale Foreste Casentinesi
10.15 Festasaggia, feste a misura di paesaggio. Un patto per la promozione congiunta del territorio montano-Andrea Rossi, Ecomuseo del Casentino
10.30 La foresta modello della montagna fiorentina: risultati dei primi 6 anni di attività
Stefano Berti, Ass. Foresta Modello Montagne fiorentine
10.45  Progetto Forest Sharing-Yamuna Giambastiani, Spin off UniFi Blue Biloba
11.00 Il progetto LAMO (Laboratorio di Partecipazione sulla Montagna)-Monica Ronchini, Provincia di Trento
11.15 Il recupero di attività economiche rurali per conservare gli uccelli di brughiera in Pratomagno-Marcello Miozzo, D.R.E.Am. Italia
11.30 Primo progetto pilota italiano per l’inserimento di persone disabili in agricoltura
Emanuele Miatto, Copait – Cooperativa Aristotele
11.45 Tuttigiorni, progetto di mensa scolastica, filiera corta-Maria Rosa Ferri, Beta2
12.00 Filiera delle carni di selvaggina: un’opportunità di sviluppo e valorizzazione per l’Appennino-Lilia Orlandi, D.R.E.Am. Italia
12.15 La rete dei produttori dell’ass. del Biodistretto del Casentino-Paolo Cerofolini, Ass. Biodistretto del Casentino
12.30 Le filiere foresta energia nella strategia toscana della bioeconomia-Alessandro Tirinnanzi, iBioNet
12.45 L’esperienza di un prodotto innovativo per l’ingegneria naturalistica-Franco Brucalassi, Evintech
13.00 Le cooperative di comunità: l’esperienza della Valle dei Cavalieri-Oreste Torri, Coop. Valle Cavalieri

vivere bio quarta edizione 1529314441

16.30 PREMIAZIONE DEL PREMIO NARDI BERTI
Il Comune di Pratovecchio Stia in collaborazione con l’Accademia Italiana di Scienze Forestali prosegue nell’intento di commemorazione del prof. Raffaello Nardi Berti con la seconda edizione del premio per giovani laureati e ricercatori che abbiamo discusso tesi o scritto articoli e/o libri, sull’uso dei legnami locali per lo sviluppo del territorio e delle relative tecnologie del legno.
Saluti Nicolò Caleri, Sindaco del Comune di Pratovecchio Stia
Saranno presenti i membri della commissione giudicatrice, composta dal Presidente Prof. Orazio Ciancio – Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali; dott. Stefano Berti -Dirigente di ricerca presso il CNR-INVALSA; Prof. Marco Fioravanti – Professore associato del Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali – GESAAF – Università degli Studi di Firenze; Prof. Luca Uzielli – già Professore Ordinario di “Tecnologia del legno” all’Università degli Studi di Firenze – Facoltà di Agraria

Vuoi cambiare la situazione di
cicli produttivi e rifiuti in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosmic Fest: cibo, salute e salvaguardia del pianeta

|

Il Mare Colore dei Libri, la Sicilia celebra la natura e la cultura

|

Altravia, da Torino a Savona un viaggio lento per scoprire terre inesplorate

|

énostra: l’impresa di comunità dalla parte dell’ambiente

|

Alleniamoci ad ascoltare gli altri per creare un mondo migliore

|

Il benessere? Secondo Lara Lucaccioni e Matteo Ficara è questione di energia

|

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”