Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
23 Ott 2018

“Roma dice basta”: parte da sei donne una grande mobilitazione contro il degrado

Scritto da: Redazione

“Basta al degrado, all’incuria e all’immobilismo di una città che sembra essere abbandonata a se stessa. Vogliamo che Roma torni ad essere capitale di civiltà, accoglienza, tolleranza, bellezza e cultura”. Parte dall’iniziativa di sei donne romane un gruppo Facebook che oggi riunisce cittadini di ogni età e quartiere pronti a scendere in piazza. L’appuntamento è previsto sabato 27 ottobre alle 10.30 nella piazza del Campidoglio.

“Siamo cittadine e cittadini di Roma, donne e uomini di ogni età. Veniamo da quartieri diversi e lontani fra loro. Un gruppo eterogeneo, con un grande amore in comune: la nostra città. L’incuria, l’immobilismo e l’incompetenza dell’Amministrazione capitolina stanno incidendo profondamente sulla bellezza di Roma e sulle nostre vite. Il confronto con altre città europee che vanno avanti e si trasformano è impietoso.

 

Roma ha bisogno, adesso più che mai, della nostra attenzione, della nostra cura, del nostro rispetto, del nostro impegno, delle nostre competenze. Ripartiamo da qui. Dal nostro orgoglio ferito. La società civile è pronta a dare segnali concreti per strappare Roma al degrado. Vogliamo avviare una mobilitazione permanente. Vogliamo unire le forze di tutte le associazioni e i comitati che stanno già lavorando sul territorio, di tutti coloro che vogliono dare il proprio contributo, anche individuale. Tutti insieme faremo la differenza. Vogliamo difendere la nostra dignità di cittadine e cittadini”.

colosseum-1799672_960_720

È quanto si legge nel testo della petizione lanciata da “Tutti per Roma, Roma per tutti”, un gruppo Facebook nato qualche mese fa dall’iniziativa di sei donne e che riunisce oggi “cittadini di ogni età e quartiere pronti a scendere in piazza per dire basta a una città abbandonata a se stessa e per provare a ricominciare”.

 

Le fondatrici del gruppo, che conta oggi oltre 19mila persone, invitano tutti a partecipare al sit-in previsto per sabato 27 ottobre alle 10.30 nella piazza del Campidoglio per dire a gran voce che #Roma dice basta al degrado, all’incuria e all’immobilismo ai quali sembra ci si stia inesorabilmente abituando.

 

“Vogliamo che Roma torni ad essere capitale di civiltà, accoglienza, tolleranza, bellezza e cultura”.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Surgisphere e gli studi sull’Idrossiclorochina – Io Non Mi Rassegno #152

|

Allevatori che ballano coi lupi (e coi cani da guardiania)

|

Il progetto R2020: intervista a Sara Cunial

|

“Cambio vita e coltivo canapa industriale”: Francesco Procacci e il suo ritorno alla terra

|

Altipiano: le maestre del bosco che in cinque mesi hanno ribaltato la loro scuola – Scuola che Cambia #2

|

Che cos’è e come funziona la nutripuntura

|

Adotta il tuo Orto, scegli quali verdure seminare e aspettale a casa!

|

Imprese: come stringere partnership vincenti ed evitare clamorosi errori