Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
31 Gen 2019

Arpa Piemonte e Cinemambiente insieme per educare alla sostenibilità

Scritto da: Alessandra Profilio

Collaborare per la promozione e l’educazione alla sostenibilità tramite un programma di iniziative da avviare nell’ambito del Festival Internazionale di Cinemambiente e in occasione di eventi collaterali. Questa la finalità dell’accordo triennale di cooperazione sottoscritto dall’Associazione Cinemambiente e da Arpa Piemonte.

Il mezzo audiovisivo induce alla riflessione condivisa, al dialogo e al confronto e permette di migliorare le competenze comunicative e di espressione attraverso linguaggi capaci di far maturare consapevolezza e stimolare al cambiamento.

Da questo presupposto nasce la collaborazione tra Arpa Piemonte e l’associazione Cinemambiente che hanno siglato un accordo di collaborazione per la promozione e l’educazione alla sostenibilità attraverso un programma di iniziative da avviare nell’ambito del Festival Internazionale di Cinemambiente e in occasione di eventi collaterali.

La realizzazione di progetti rivolti al mondo della scuola e del lavoro, il sostegno reciproco nella comunicazione e divulgazione di temi ambientali di attualità, la progettazione di materiali didattici attraverso strumenti audiovisivi con il coinvolgimento diretto dei ragazzi in veste di attori protagonisti e autori. Sono queste alcune delle azioni previste dall’accordo che è stato siglato da Gaetano Capizzi, direttore e ideatore dell’Environmental Film Festival, e Angelo Robotto, direttore generale di Arpa.

“Convinti che lo strumento audiovisivo sia un mezzo strategico per accrescere cultura e sensibilità ambientali – spiega Capizzi – abbiamo realizzato strumenti quali Cinemambiente TV, film per l’educazione ambientale, Cinemambiente Tour e Cinemambiente Junior che vogliamo potenziare con l’accordo con Arpa Piemonte e il Sistema nazionale di protezione dell’ambiente”.

“Il connubio film ed esperto – continua Capizzi – funziona perché il video muove emozioni e l’incontro diretto al termine della visione con i professionisti, come i tecnici di Arpa, rispondendo alle domande del pubblico, aiuta ad acquisire strumenti scientifici utili per la lettura della realtà” ha aggiunto Capizzi”.

“Sono certo – aggiunge Angelo Robotto – che l’accordo non rimarrà un pezzo di carta ma diverrà parte dell’attività istituzionale come modo ulteriore per avvicinare la scienza al grande pubblico. La tutela dell’ambiente non può essere obiettivo delle sole istituzioni ma occorre diventi un’azione corale che deve maturare in tutti noi attraverso la conoscenza dello stato di salute del nostro territorio. Alla condivisione di questa conoscenza Arpa lavora ogni giorno utilizzando tutte le strade possibili e l’accordo con Cinemambiente ne è la prova”.

Iniziato il 31 maggio 2018, il 22° Environmental Film Festival Cinemambiente proseguirà fino al 5 giugno 2019 a Torino. Nato nel 1998 a Torino, ogni anno il Festival presenta i migliori film ambientali a livello internazionale e contribuisce con attività che si sviluppano nel corso di tutto l’anno, alla promozione del cinema e della cultura ambientale.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Come affronteremo la crisi del debito? – Io Non Mi Rassegno #112

|

Capanna di Betlemme: un esempio di accoglienza e ospitalità nei giorni dell’emergenza

|

Emergenza Covid-19: riparti dalle tue risorse interiori

|

Matteo Ficara: “Con l’immaginazione può rinascere una specie felice!” – Meme #33

|

Cinemambiente a casa tua: i film per ripensare il nostro futuro

|

Felber: “Perché non si affronta la crisi ambientale come il coronavirus?”

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

Copy link
Powered by Social Snap