18 Gen 2019

“Lettura che passione” torna anche nel 2019!

Ripartono sabato 19 gennaio alle ore 16 con “Ravanellina”, gli appuntamenti di “Lettura che passione”, ciclo di letture animate a cura di NATA e della Biblioteca Comunale G. Giovannini di Bibbiena.

Sabato 19 gennaio alle ore 16 l’attrice Eleonora Angioletti propone una sua riscrittura personale di Raperonzolo, fiaba dei fratelli Grimm, presente anche ne “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile con il nome di Petrosinella (Prezzemolina).

Ed è proprio da questo suggerimento vegetale che l’attrice/autrice inizia il suo racconto: “C’era una volta… un orto! Era l’orto più bello sul quale si potessero posare gli occhi. La prima cosa a colpirti, prima ancora di avvicinarti al muro di cinta che lo proteggeva, era l’odore… un odore di fiori e verdura che svolazzava sbarazzino nell’aria fino a solleticarti le narici”.

È in questo eden di verdura che nascono dei ravanelli incantati che hanno il potere di rendere immensamente felici chiunque li mangi e che daranno il nome ad una bimba dalle guance rosse e dai capelli biondi con i riflessi verdi: Ravanellina.

La nostra eroina dovrà imparare, nel corso della vicenda, ad uscire dalla torre/guscio nella quale è rinchiusa e trovare il coraggio per uscire nel mondo “vero” e affrontare la vita.

Gli appuntamenti successivi saranno sabato 2 febbraio con “Insalata di fiabe” a cura di Cinzia Corazzesi e sabato 16 febbraio con “Parole Invisibili” a cura di Livio Valenti.

Tutti gli appuntamenti di “Lettura che passione” iniziano alle ore 16:00 e l’ingresso è libero.

Per informazioni: biblioteca@comunedibibbiena.gov.it – tel 0575530657

LETTURA CHE PASSIONE
Letture animate a cura di Nata Teatro e Biblioteca G. Giovannini di Bibbiena (AR)
Con il sostegno di Comune di Bibbiena, Residenze Artistiche Toscane, Mibac
Sponsor ufficiali: Acqua Zoo, Borgo Antico, Tutto Sport, Shampoo by Tessa, Mangiafrutta, Punto e a Capo

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza