Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
30 Lug 2019

L'Etiopia pianta oltre 350 milioni di alberi in 12 ore

Scritto da: Redazione

L’Etiopia batte il record mondiale dell’India e pianta oltre 350 milioni di alberi in 12 ore. L’iniziativa è stata lanciata dal Governo e l’obiettivo finale prevede la piantumazione di 4 miliardi di alberi autoctoni per affrontare i cambiamenti climatici.

Per contrastare i cambiamenti climatici, la deforestazione e le frequenti siccità in Etiopia sono stati piantati oltre 350 milioni di alberi in sole 12 ore. L’iniziativa rientra nella campagna “Green legacy” lanciata dal Governo che per questo ha concesso la chiusura di alcuni uffici governativi per permettere ai dipendenti di partecipare alle attività in programma.

etiopia-alberi

Vuoi cambiare la situazione
dell'ambiente in italia?

ATTIVATI

Secondo Farm Africa, un’organizzazione delle NU che lavora alla riforestazione nell’Africa orientale, ormai meno del 4% del territorio etiope è coperto da foreste. Un declino devastante al quale il Paese ha deciso di far fronte piantando quattro miliardi di alberi indigeni.

 

«L’ambiente è una preoccupazione, certo, a livello mondiale ma lo è ancora di più per questo Paese. Può sussistere uno stretto legame fra i maggiori problemi di questo Paese, inclusa l’emergenza alimentare, e la vulnerabilità in cui versa l’ambiente», ha spiegato il professor Samuel Geleta scienziato del territorio presso l’ateneo di Salisbury. In Etiopia, infatti, dipende dall’agricoltura come mezzo di sostentamento, ma il 35% degli etiopi non ha abbastanza cibo.

Senzanome

Quella di ieri in Etiopia è stata la più grande operazione di piantagione di alberi autoctoni in un solo giorno. Come riporta la CNN, infatti, è stato superato il record stabilito dall’India nel 2017, con 66 milioni di alberi piantati in 12 ore. “Quello che è successo oggi è la testimonianza che l’unità è potere”, ha twittato il primo ministro etiope Abiy Ahmed, promotore dell’iniziativa. “Gli etiopi hanno di nuovo scritto la storia”.

 

 

#IoNonMiRassegno 21/2/2020

|

Coinquilini solidali: vivere insieme per aiutarsi a vicenda

|

Feminism, torna la fiera dell’editoria delle donne!

|

Paulo Lima, “diventare azione” partendo dai giovani – Io faccio così #280

|

Una giornalista in classe: nelle scuole per portare il cambiamento

|

Muri Sicuri, la street art solidale per le zone terremotate

|

OpetBosna! Quando un gruppo di amici si mobilita per i profughi

|

Figli, la responsabilità quotidiana di restare insieme