15 Lug 2019

Orti domestici e condivisi: le migliori esperienze in Lombardia

Scritto da: Redazione

Al via la terza edizione di Orto Fai da Te 2019, un concorso che raccoglie e premia le migliori esperienze di orti condivisi e domestici in Lombardia. A settembre sarà premiato l’orto più sostenibile e quello più popolare. Le iscrizioni resteranno aperte fino all'8 Settembre.

Lombardia - Al via la terza edizione del concorso Orto Fai Da Te 2019, organizzato da Associazione Nostrale e Cascina Cuccagna, che raccoglie e premia le esperienze più significative di orti condivisi e orti domestici in tutta la Lombardia. L’intento è rendere le nostre città sempre più verdi, vivibili e promuovere nuove iniziative di gestione partecipata del verde urbano. L’obiettivo inoltre è quello di creare una rete di orti e dare risalto a tutte le esperienze di agricoltura urbana presenti sul territorio lombardo che raccontano storie di comunità, condivisione, contaminazione e ricadute sociali positive sulla città e le famiglie.

Cascinet- Cascina Sant'Ambrogio Milano_Giardini condividsi-credits-Carlo Prevosti

Cascinet, i Giardini condivisi della Cascina Sant’Ambrogio (Foto di Carlo Prevosti)


Sono molteplici i vantaggi che si possono ottenere dalla diffusione degli orti in città: più biodiversità, meno rifiuti, miglioramento del clima, inclusione sociale, occupazione, riduzione del costo degli alimenti. Coltivare un orto sembra, inoltre, avere effetti benefici sul nostro organismo, un impatto positivo sulla spesa familiare e la possibilità di avere prodotti biologici a km0 sempre a disposizione. Infine è una pratica utile per imparare a vivere diversamente un luogo che si attraversa ogni giorno con l’idea di migliorarlo essendo protagonisti attivi del cambiamento.

 

La partecipazione al concorso è gratuita e possono prendere parte alla selezione tutti coloro che curano orti condivisi, in cui la terra viene gestita collettivamente da un gruppo di persone (orti scolastici, aziendali, condominiali, sui tetti e colonie ortive), e orti domestici (orto sul balcone o in giardino) in cui lo spazio è privato e la coltivazione è finalizzata a soddisfare il fabbisogno familiare.

 

Casa_Chiaravalle_Milano-Orto Sociale-credits-Carlo Prevosti

Orto sociale Casa Chiaravalle a Milano (Foto di Carlo Prevosti)


Una giuria di esperti valuterà i progetti e decreterà i migliori tre per ciascuna categoria. I vincitori del concorso riceveranno buoni da spendere online per acquistare quello di cui hanno bisogno: utensili, materiali per l’irrigazione, legno, serre…. Qui puoi scaricare il regolamento.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

 

La premiazione si terrà il 28 settembre 2019 alle 18.30 alla Cascina Cuccagna, durante la “Festa degli Orti”, una giornata all’insegna del gardening e del fai-da-te per ortisti, curiosi e appassionati di green, organizzata in occasione della Milano Green week e Cascine Aperte 2019. Durante la manifestazione verrà assegnato, inoltre, un premio speciale all’orto più sostenibile, mentre il pubblico verrà chiamato a votare “l’orto più popolare”. È possibile iscriversi al concorso fino all’8 settembre 2019, in maniera gratuita, compilando la domanda sul sito.

 

 

Articoli simili
Hortus, l’orto urbano aeroponico che insegna a ridurre il consumo dell’acqua
Hortus, l’orto urbano aeroponico che insegna a ridurre il consumo dell’acqua

OrtoInMovimento: il più grande orto collettivo d’Europa si mette al servizio del territorio
OrtoInMovimento: il più grande orto collettivo d’Europa si mette al servizio del territorio

A Torino studenti e docenti rigenerano spazi abbandonati della città con gli orti in cassoni
A Torino studenti e docenti rigenerano spazi abbandonati della città con gli orti in cassoni

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi