23 Set 2019

L’isola di Pantelleria celebra il passito e le tradizioni locali

Scritto da: Redazione

Ha preso il via nell'isola di Pantelleria la quinta edizione di Passitaly, la manifestazione che celebra la produzione del passito naturale in quest'isola magica sospesa tra la Sicilia e la Tunisia. L'evento rappresenta un'occasione per promuovere le tradizioni enogastronomiche locali, il turismo sostenibile e la cultura in una delle terre più belle del Mediterraneo.

Passitaly riparte con una nuova edizione organizzata dall’Associazione “Passitaly in the World” in collaborazione con l’amministrazione comunale di Pantelleria e l’associazione dei viticoltori “Pantelleria eroica” con l’obiettivo di valorizzare la produzione del passito naturale di Pantelleria. Un evento che coinvolgerà tutti gli aspetti dell’enoturismo: dalla vite ad alberello, patrimonio dell’Unesco, a tutti gli altri prodotti della gastronomia pantesca creando un connubio unico con le bellezze naturali e paesaggistiche che quest’isola riesce a donare.

passitaly

Questa quinta edizione di Passitaly si presenta come una manifestazione in grado di unire cultura, turismo, identità ed enogastronomia attraverso una visione ampia che varca i confini locali e si apre a tutto il Mediterraneo. Pantelleria si è infatti conquistata una posizione di vertice nel mondo enologico grazie alla produzione del passito e attraverso questo evento decide di dialogare con i territori del mediterraneo che producono vini dolci quali le grandi Malvasie delle Isole Eolie, l’Amarone della Valpolicella o i vini dolci del Piemonte e della Toscana. La partecipazione all’evento isolano da parte di queste cantine esterne si rivela infatti capace di donare alla manifestazione uno sguardo più ampio che si pone ben oltre i confini geografici isolani.

 

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Il programma dell’evento rigorosamente Plastic Free è declinato su sette giornate da sabato 21 a sabato 28 settembre ed alterna Wine tour per il territorio, escursioni in cantina, appuntamenti musicali e culturali rigorosamente in vigna, degustazioni di piatti tipici e cene tematiche in collaborazione con SLOW FOOD per terminare con l’appuntamento finale che vedrà assegnare il riconoscimento al miglior passito di Pantelleria.

uva-passito-pantelleria
È all’interno di questa nuova veste della manifestazione che nasce il PASSITALY SOUND FESTIVAL con tre giornate interamente dedicate alla Musica. Si chiuderà infatti con i tre grandi concerti di Irene Grandi, Max Gazzè e Carmen Consoli il 26 – 27 – 28 Settembre presso il Porto di Scauri la quinta edizione di questa manifestazione, avvolti dal mare blu cobalto e dalle note della grande musica.

 

Passitaly si prospetta quindi ancora una volta un modo per unire sapori, natura, turismo, musica e cultura in una delle terre più belle del Mediterraneo.

 

 

Articoli simili
Ricominciamo 2021: il Casentino riparte all’insegna di arte, musica e natura
Ricominciamo 2021: il Casentino riparte all’insegna di arte, musica e natura

Il Piccolo Teatro Patafisico di Palermo si reinventa per sconfiggere la crisi covid
Il Piccolo Teatro Patafisico di Palermo si reinventa per sconfiggere la crisi covid

Davide, il “contadino jazz” che porta la musica in campagna
Davide, il “contadino jazz” che porta la musica in campagna

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Che cos’è la deterrenza informatica? – Io Non Mi Rassegno #389

|

L’Oasi di Camilla, dove gli animali possono trovare nuova vita

|

La rete di comuni che combatte lo spreco istituendo un nuovo Centro del Riuso

|

Leonardo, il diciottenne che si batte contro il bullismo e le disabilità

|

Rifugio Re_Esistente: l’appennino che resiste e rinasce

|

Il silenzio assordante delle scuole di danza durante la pandemia

|

Arrivano i “Custodi del Suolo” che si prendono cura della terra

|

Uno studio svela quante persone muoiono a causa dei cambiamenti climatici