26 Nov 2019

Un altro mondo in televisione: è appena nata UAM.TV

Scritto da: Veronica Tarozzi

Per iniziativa del regista e produttore italiano Thomas Torelli, è appena nata la prima web tv indipendente italiana che racconterà le “voci fuori dal coro”. UAM.TV, il cui nome è un acronimo del titolo del documentario Un altro mondo, è una piattaforma online ricca di sezioni tematiche e approfondimenti.

Thomas Torelli, è un regista e produttore italiano che da diversi anni si impegna a portare sul grande schermo e non solo, una visione del mondo fuori dal comune. Sono infatti sempre più numerose le persone a cui i contenuti proposti dalla televisione odierna non bastano più o addirittura non soddisfano affatto quella sete di conoscenza ed informazione che sentono in loro. UAM.TV, di cui Torelli ci ha parlato poco tempo fa e che ora è stata lanciata ufficialmente, nasce proprio per colmare questo vuoto proponendosi non già come semplice web tv ma come vera e propria filosofia di vita.

UAM.TV è una piattaforma online ricca di sezioni tematiche con film, documentari, approfondimenti, ritratti di autori, cortometraggi, storie a lieto fine ed anche un tg quotidiano di buone notizie in cui si alterneranno alla conduzione personaggi della cultura e dello spettacolo, tra cui Rosita Celentano che ne curerà le prime puntate.

uam tv

Il nome UAM è acronimo di uno dei documentari di maggior successo di Thomas Torelli, Un altro mondo, (2014), dove il regista ha voluto proporre una riflessione sull’interconnessione tra uomo e universo, con una sorta di sincretismo tra antiche conoscenze tribali e principi di fisica quantistica. Naturalmente infatti, non mancheranno all’interno del palinsesto della nuova web tv anche i documentari realizzati dallo stesso regista, quali ad esempio Food Relovution, il documentario che esamina le conseguenze della cultura della carne; Choose Love, il documentario che analizza il perdono come strategia evolutiva per il benessere individuale e collettivo e Pachamama – manifesto per la madre terra, realizzato con l’intento di supportare la campagna di Alberto Ruz Buenfil per la creazione di una carta dei diritti di Madre Terra.

Questa nuova piattaforma online indipendente offrirà la possibilità di prendere visione di numerosi film/documentari (tra cui quello di Italia che Cambia), italiani e non, inediti e selezionati dai più importanti festival internazionali che non hanno trovato sbocchi e distribuzione, magari perché spesso e volentieri rappresentano “voci fuori dal coro”, ovvero una narrativa completamente diversa da quella a cui ci hanno abituato i media tradizionali; ogni anno infatti centinaia di progetti audiovisivi, non rispondendo alle regole del mercato, spariscono letteralmente dai radar, in quanto non vengono proiettati nelle sale cinematografiche comuni o in televisione, nonostante rappresentino l’occasione per un arricchimento informativo e culturale.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Ma più in generale UAM.TV darà spazio all’approfondimento culturale su diverse tematiche quali: ecologia, psicologia, fisica, medicina, scienza, benessere, economia sostenibile e altre ancora che verranno realizzate direttamente dalla redazione di UAM.TV in collaborazione con autori e specialisti di varia natura.

Tra questi approfondimenti ci sarà lo spazio A casa dell’autore: ritratti intimi di scrittori e personalità del mondo della scienza e della cultura per conoscere l’aspetto più umano e quotidiano di professionisti e teorici incontrati direttamente a casa loro. La prima personalità a raccontarsi e a svelare aspetti inediti della propria professione sarà la psichiatra e psicoterapeuta Erica Poli.

Ma nella sezione approfondimenti sarà anche possibile vedere le interviste realizzate da Thomas Torelli ad alcune celebri personalità della cultura e della scienza come allo scrittore e studioso di teologia e storia delle religioni Igor Sibaldi; all’autore americano Greg Braden, noto a livello internazionale come pioniere nell’unire scienza e spiritualità; allo scrittore e medico indiano Deepak Chopra, un’autorità internazionale nel campo del benessere psicofisico, della spiritualità e della trasformazione personale; al biologo cellulare statunitense Bruce H. Lipton, autore de La Biologia delle Credenze, secondo cui i geni e il DNA sono sotto il controllo di influenze ambientali, inclusi i pensieri e le nostre credenze; al medico ed epidemiologo italiano Franco Berrino, sostenitore di come la corretta alimentazione sia un prezioso strumento per prevenire l’incidenza del cancro e delle sue recidive e infine all’ex magistrato Gherardo Colombo, promotore della cultura della legalità fra i giovani con l’Associazione culturale SulleRegole.

UAM.TV computer

Il palinsesto UAM.TV è disponibile a partire dal 18 novembre per tutti gli abbonati da ogni dispositivo: computer, smarphone, tablet, smart tv. Non solo, oltre alla visione in streaming dei propri contenuti, UAM.TV offre agli utenti la possibilità di organizzare proiezioni nella propria città, nel proprio quartiere, in un’associazione o in una scuola od ovunque si desideri, con la possibilità di usufruire anche del supporto specializzato di un team che seguirà chi ne farà richiesta nell’organizzazione e nella promozione dei propri eventi.

Per entrare nel mondo UAM.TV basta accedere al sito www.uam.tv

Buona visione a tutti!

Articoli simili
Tre artisti si esibiscono nella natura per promuovere l’economia circolare
Tre artisti si esibiscono nella natura per promuovere l’economia circolare

“Vuoti a perdere”: una mostra fotografica mette in scena l’abbandono a Biella
“Vuoti a perdere”: una mostra fotografica mette in scena l’abbandono a Biella

I panigacci della Lunigiana: il “pane dei pellegrini” vive ancora oggi
I panigacci della Lunigiana: il “pane dei pellegrini” vive ancora oggi

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita