27 Mag 2020

Spiritualità, consapevolezza, identità… parliamone! – Matrix è dentro di noi #7

Scritto da: Daniel Tarozzi

Questa volta il nostro Daniel Tarozzi dialogherà con... il padre! Giancarlo Tarozzi, infatti, si occupa da molti anni di spiritualità, culture native, percorsi di crescita, consapevolezza e identità. Sarà l'occasione per sviscerare a fondo questi argomenti in un dialogo che Daniel ha definito "tra me e... te!".

Intervistare il proprio padre è sicuramente un’esperienza affascinante. Se poi questa persona ti ha trasmesso molti dei valori e delle esperienze che guidano la tua vita ancora di più.

Giancarlo Tarozzi (il suddetto “padre”) è l’ospite della nuova puntata di Matrix è dentro di noi. Da quando ha 15 anni studia saperi antichi, culture “altre”, percorsi spirituali e percorsi di consapevolezza. Ha viaggiato incessantemente per il mondo, studiando in prima persona le culture asiatiche, quelle del continente americano, quelle del nord-Europa, quelle egizie e molto altro ancora. Ha sempre cercato di unire un approccio scientifico alla scoperta di antichi saperi, antichi riti e antiche tradizioni. Ha incontrato “maestri” ed “esperti” di mezzo mondo, dal Dalai Lama, agli eredi dei Maya e degli Inca, passando per tantissime guide spirituali delle culture più disparate. Ha scritto diversi libri su questi temi e ha portato in Italia molte delle tecniche apprese in tutte queste esperienze.

In questa puntata di Matrix, quindi, cercheremo di scoprire cosa unisce i saperi più disparati, cosa resti di un individuo una volta eliminate le varie sovrastrutture, in che modo riuscire ad essere ogni giorno un po’ più consapevoli del proprio esistere e come cercare di unire responsabilità, spiritualità e consapevolezza.

Un vero e proprio viaggio alla ricerca del sé, oltre la Matrix che è dentro di noi.

Ti è piaciuto questo contenuto? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Per saperne di più leggi anche

Perche’ fare la One Experience. E cominciare a vivere davvero

Scopri di più sul seminario One Experience© – Giancarlo Tarozzi e/o Mariarosa Greco

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Colombia, polizia fuori controllo – Io Non Mi Rassegno #364

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali

|

Plogging: un gruppo di amiche contagia l’intera città

|

Cose che dovreste sapere (e nessuno vi dice) sul trasferirsi in campagna

|

Riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia: l’Italia fa scuola

|

Stella Pulpo: Memorie di una vagina, ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #5