26 Mar 2021

Pensa 2040: Cultura e cittadinanza attiva per combattere le mafie

Scritto da: Redazione

La lotta alla criminalità organizzata richiede da una parte un’opera di prevenzione culturale costante e dall’altra il coinvolgimento e la presa di coscienza da parte delle comunità locali. Il lavoro svolto dagli amministratori locali è di fondamentale importanza e proprio per questo ne parliamo oggi insieme a numerosi sindaci e assessori alla Cultura e all’Istruzione collegati online dalle città di tutta Italia, destinatari principali di questa prima giornata e alcuni ospiti importanti, il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho e il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. PEr Italia che Cambia interverrà Daniela Bartolini.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Arrestato il boss Matteo Messina Denaro. Era latitante da 30 anni
Arrestato il boss Matteo Messina Denaro. Era latitante da 30 anni

Domenico Bruno, l’impegno contro i reati ambientali e in onore del giudice Rosario Livatino
Domenico Bruno, l’impegno contro i reati ambientali e in onore del giudice Rosario Livatino

“Quanto lo pagate qui un chilo di coca?”. Via d’Amelio, Gratteri e la mafia che non è solo un problema del Sud
“Quanto lo pagate qui un chilo di coca?”. Via d’Amelio, Gratteri e la mafia che non è solo un problema del Sud

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il problema della siccità non è scomparso – #661

|

L’Italia è al primo posto in Europa per gli impatti sulla salute delle centrali elettriche a gas

|

Hangar Piemonte e Italia che Cambia insieme per raccontare la trasformazione culturale

|

Arte per combattere il decadimento cognitivo: una figlia racconta la storia di sua madre malata di Alzheimer

|

La storia di Francesca Mazzara, fra volontariato, attivismo, solidarietà e antispecismo

|

Istruzione, merito, umiliazione… Che futuro per la scuola italiana? – A tu per tu + #3

|

Mouloud, la bottega tessile nata sulle isole Eolie tra tradizione e sostenibilità ambientale e sociale

|

Baskin, il basket più bello e più inclusivo in cui atleti disabili e non giocano insieme