26 Mar 2021

Pensa 2040: Cultura e cittadinanza attiva per combattere le mafie

Scritto da: Redazione

La lotta alla criminalità organizzata richiede da una parte un’opera di prevenzione culturale costante e dall’altra il coinvolgimento e la presa di coscienza da parte delle comunità locali. Il lavoro svolto dagli amministratori locali è di fondamentale importanza e proprio per questo ne parliamo oggi insieme a numerosi sindaci e assessori alla Cultura e all’Istruzione collegati online dalle città di tutta Italia, destinatari principali di questa prima giornata e alcuni ospiti importanti, il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho e il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. PEr Italia che Cambia interverrà Daniela Bartolini.

Vuoi cambiare la situazione
della legalità in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Mafia, ma esiste veramente solo al sud?

Nelle terre confiscate alla camorra ora cresce la canapa

Al via Pensa2040, per combattere le mafie con cultura e cittadinanza attiva
Al via Pensa2040, per combattere le mafie con cultura e cittadinanza attiva

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Condannati ad estinguerci (ma è davvero così?) – #424

|

Al via le proteste di Extinction Rebellion Italia per chiedere giustizia climatica

|

A testa alta: “Vaccini e green-pass qual è la verità?” Un appello al mondo della scuola

|

#59 – Sant’Anna di Valdieri: il borgo recuperato dalle donne che credono nella montagna

|

Viviamo il capodanno 2022 in stile comunitario, progettando un ecovillaggio?

|

Alberi autoctoni da ripiantare dopo le feste per un Natale sostenibile

|

La terra dei Piripkura incontattati invasa e distrutta per la produzione di carne

|

L’abete rosso sacrificato per il Natale del Vaticano sta morendo ma “parla” ancora