13 Ott 2021

Liberi Sogni: a Cascina Rapello per salutare l’autunno fra boschi e castagne

Scritto da: Elena Rasia

Il percorso di consapevolezza, ritorno alla natura e scoperta del territorio proposto dalla cooperativa Liberi Sogni – di cui Italia Che Cambia è media partner – accompagna l'arrivo dell'autunno con alcuni incontri rivolti a grandi e piccini per celebrare questo periodo dell'anno e i suoi frutti.

Lecco, Lombardia - «Or che i sogni e le speranze si fan veri come fiori, sulla luna e sulla terra fate largo ai sognatori!».

I sognatori a cui faccio largo ispirata dalle parole di Gianni Rodari e di cui inizierò a raccontarvi con questo primo pezzo fanno parte della Cooperativa Liberi Sogni, una realtà che opera in tutta Europa, ma in particolare dove è nata, nelle province di Lecco, Monza Brianza e Bergamo, in collaborazione con altre cooperative, associazioni, enti e università della zona. L’obiettivo? Valorizzare il territorio, la sua natura e creare un legame stabile e profondo fra esso e chi lo abita.

Per farlo, Liberi Sogni si rivolge a bambini, adulti, famiglie, scuole e associazioni, andando ad abbracciare il “bisogno nascosto” in ognuno di noi, quel bisogno di riconnessione tra natura e umano che in un mondo veloce e vittima di una grande crisi a livello di relazioni, modelli e orizzonti culturali, spesso viene meno.

Proprio per questo Liberi Sogni organizza e propone eventi a contatto con la natura dando a ogni partecipante la possibilità di liberare il proprio immaginario e di vivere esperienze da protagonista, che regalano un cambio di prospettiva colmando il nostro bagaglio di vita e la nostra stessa vitalità. Accanto alla cooperativa ci saremo noi di Italia Che Cambia, che vi proporremo un racconto dettagliato delle iniziative volte a raggiungere gli obiettivi di cui abbiamo parlato.

liberi sogni cascina rapello

Una castagnata sul Monte di Brianza

Il primo evento di cui voglio parlarvi per riempire la vostra valigia e dare “da mangiare” ai vostri sogni è la castagnata a Cascina Rapello: «Qui – spiegano gli organizzatori – è dove abbiamo scelto di tornare alla Terra e dove troveranno dimora tanti progetti sociali, culturali e ambientali per grandi e piccini».

Fino alla fine di ottobre, nei boschi e nei castagneti della cooperativa si potranno infatti trascorrere delle giornate immersi nella natura dove, raccogliendo le castagne, si potranno ascoltare aneddoti storici legati a questo antico frutto che ha sfamato intere generazioni.

Un gruppo di operatori di Liberi Sogni sarà pronto a far vivere un dialogo con l’ecosistema locale e una volta raggiunto il bosco – a fronte di una donazione per la ristrutturazione del cascinale – consegnerà a ogni partecipante un sacchetto per la raccolta di questi frutti, che danno ufficialmente il benvenuto alla stagione autunnale.

Non solo sulla raccolta verteranno queste giornate: verrà infatti data la possibilità di cuocere le castagne per gustarle sul posto, partecipare a delle attività di gruppo, partecipare a escursioni tematiche guidate attraverso i sentieri del monte di Brianza con la possibilità di gustare dolci merende e frizzanti aperitivi e, per ultimi ma per questo non meno importanti, verrà offerta un’ampia proposta di giochi e animazioni per i più piccoli.

Percorsi sul castagno per le scuole

Liberi Sogni propone anche un’offerta per le scuole, che è costituita da tante vie differenti secondo approcci diversificati in base alle varie fasce d’età, sotto la guida esperta degli educatori ambientali.

Studiando nel bosco si potranno imparare:

• Scienza, italiano, storia, arte ed educazione motoria per le primarie di primo grado

•Scienze, storia, etnografia e letteratura per le primarie di secondo grado

•Scienze, economia e etnografia per primarie di secondo grado e scuole secondarie

Per ulteriori informazioni scrivere a lub@liberisogni.org oppure chiamare il 3881996072.

Il contributo per il percorso verrà concordato sulla base del numero di incontri e delle classi aderenti.

Cascina Rapello è un incubatore di sogni. Far germogliare un sogno e coltivarlo da l’opportunità di ampliare i propri orizzonti e realizzare una magia. Continuerò a raccontarvi di sogni, progetti e proposte portandovi alla scoperta di questa cooperativa che ne ha trasformati molti in realtà. Sabato 16 sarà anche presentato il progetto di riqualificazione della Cascina e la relativa campagna di raccolta fondi. Ne parleremo approfonditamente nei prossimi giorni, ma chi volesse partecipare può già farlo cliccando qui.

Dal 9 ottobre 2021, tutti i sabati saranno in programma raccolta delle castagne, burollata, laboratori ed attività per i più piccoli. È necessaria la prenotazione entro il giovedì. Info e contatti: 3881996072, cascinarapello@liberisogni.org

Articoli simili
Etici, sostenibili, condivisi: ecco i nuovi modi di abitare – Un viaggio lungo dieci anni #1
Etici, sostenibili, condivisi: ecco i nuovi modi di abitare – Un viaggio lungo dieci anni #1

Sfuso Diffuso e Liguria Che Cambia insieme per mappare i negozi di “secondhand”
Sfuso Diffuso e Liguria Che Cambia insieme per mappare i negozi di “secondhand”

Ilenia Fiorentini: “La mia vita dedicata alla cura, in un circuito virtuoso di sostenibilità umana e ambientale”
Ilenia Fiorentini: “La mia vita dedicata alla cura, in un circuito virtuoso di sostenibilità umana e ambientale”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Rimonta Bolsonaro, sarà testa a testa con Lula al ballottaggio – #591

|

Da Albenga a Capo Nord in bici: ecco il viaggio di Emanuele Mei

|

We Africans United, il progetto di giovani narratori che vogliono ribaltare l’immaginario sull’Africa

|

Sognitudo, in Puglia avanza il cambiamento all’insegna di sostenibilità e consapevolezza

|

Marika, Andrea e il campera4zampe: “Vivere in camper si può, anche con sei animali”

|

Mediblei, la prima cooperativa di comunità per scoprire l’area iblea

|

Salute e sostenibilità, al Parlamento Europeo si gettano le basi per un modello a misura di persona e di ambiente

|

Ti mangio il cuore: la storia di una donna e della sua battaglia con la quarta mafia