15 Mar 2023

La città di Torino promuove iniziative per l’editoria indipendente

Scritto da: Lorena Di Maria

Si apre anche quest'anno Hangar del Libro, la call dedicata a editori e librai piemontesi. Realizzata da Regione Piemonte insieme al Salone Internazionale del Libro e Fondazione Circolo dei Lettori, intende anche quest'anno potenziare il settore dell’editoria piemontese rivolgendosi alle case editrici e alle librerie indipendenti.

Salva nei preferiti

Torino - Le case editrici e le librerie indipendenti svolgono da sempre un ruolo fondamentale nello scenario culturale italiano. Forti della propria autonomia, creatività, flessibilità, curiosità ed entusiasmo, sono capaci di sperimentare e innovare, di prestare attenzione a voci emergenti o riscoprire autori del passato sottovalutati. Sanno promuovere progetti e scritture alternative e ampliare gli orizzonti culturali di lettrici e lettori. La loro è una vocazione alla diversità culturale o meglio alla “bibliodiversità”: così si può riassumere il valore imprescindibile delle case editrici e delle librerie indipendenti.

In questo panorama, le realtà editoriali e librarie piemontesi rappresentano un’eccellenza a livello nazionale. Alcune sono storiche, altre più recenti, e nel tempo si sono confermate veri e propri presidi culturali. Presidi in grado di dare voce anche ad autrici e autori locali e di promuovere la conoscenza del territorio e della sua storia e tradizioni.

Salone del Libro4
LE INIZIATIVE IN PIEMONTE: DALLA CALL PER EDITORI E LIBRAI AI LABORATORI

Proprio per valorizzare l’editoria indipendente piemontese, soprattutto in un momento storico costellato di incertezze e criticità sociali ed economiche, si ripropone anche quest’anno Hangar del Libro: si tratta di un progetto di Regione Piemonte, realizzato da Salone Internazionale del Libro di Torino in collaborazione con Fondazione Circolo dei lettori.

Il progetto prevede diverse iniziative come una call per editori e librai indipendenti piemontesi che si apre il 10 marzo e si chiude il 12 aprile. È rivolta a editori e librai che desiderano presentare un progetto innovativo di sviluppo di prodotto o di processo. La call selezionerà cinque realtà (quattro case editrici e una libreria), che saranno affiancate individualmente dagli esperti di Hangar del Libro. Si prevedono anche laboratori a cui possono partecipare tutte le case editrici e le librerie indipendenti piemontesi, attivi dal mese di marzo su temi come la valorizzazione di un progetto, la partecipazione alle fiere, l’utilizzo di TikTok, la creazione di una grafica identitaria.

La loro è una vocazione alla diversità culturale o meglio alla “bibliodiversità”: così si può riassumere il valore imprescindibile delle case editrici e delle librerie indipendenti

L’attività principale di promozione di Hangar del Libro si sviluppa poi attraverso l’Independent Book Tour, un originale ciclo di incontri nelle province del Piemonte, dedicato alle novità editoriali selezionate fra quelle presentate dalle case editrici che accolgono l’invito a partecipare. Il format, già sperimentato negli ultimi due anni e che ha visto la partecipazione al tour di più di trenta editori per ogni edizione, prevede una presentazione dinamica, condotta da attori e accompagnata da momenti musicali pensati ad hoc per offrire al pubblico di lettrici e lettori uno speciale momento culturale alla scoperta di novità e progetti.

A presentare i libri, insieme con editori e autori, sono i #booklovers, lettrici e lettori selezionati grazie alla collaborazione con la rivista digitale Exlibris2.0 e tramite una call in via di definizione. A ogni lettore sarà assegnato un volume in base alle proprie preferenze di lettura e ognuno avrà il compito di presentarlo e dialogare con l’autore o l’editore e di scriverne una recensione. Infine l’attività di networking è una delle novità dei progetti 2023. Prevede la creazione di più momenti di incontro della filiera editoriale sul territorio: momenti di confronto fra librerie, case editrici, spazi culturali, festival per costruire sinergie e collaborazioni.

Salone del Libro3
VALORIZZARE L’EDITORIA INDIPENDENTE

Come riportato in una nota stampa, Marco Pautasso, Segretario generale Salone Internazionale del Libro di Torino, ha dichiarato che «Hangar del Libro è un progetto centrale nella strategia d’attenzione del Salone del Libro verso gli editori e i librai indipendenti piemontesi, che si affianca a una manifestazione come Portici di Carta, che li vede assoluti protagonisti, o come la Festa del libro medievale e antico di Saluzzo e a tutte le altre iniziative di coinvolgimento che abbiamo messo in atto in questi anni, con un preciso obiettivo: quello della tutela, crescita e valorizzazione dell’indipendenza di due soggetti fondamentali nella filiera del libro».

L’obiettivo del progetto è quello di potenziare il settore dell’editoria piemontese nelle competenze tecnico gestionali, comunicative e organizzative, attraverso iniziative di affiancamento a lungo termine, laboratori specifici di formazione, tour e momenti di promozione aperti al pubblico in tutto il Piemonte.

Come ha spiegato Carola Messina, Project Manager di Hangar del Libro, «Il progetto Hangar del Libro fornisce una cassetta degli attrezzi, degli strumenti molto pratici utili a sostenere e far crescere le imprese editoriali e le librerie, presidi fondamentali di cultura sul territorio: come hanno confermato molte delle realtà seguite negli anni, Hangar del Libro permette anche di analizzare il proprio progetto imprenditoriale e capire in quale direzione andare per svilupparlo e renderlo ancor più sostenibile».

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Teatri Riflessi, tra arte e comunità uno sguardo contemporaneo
Teatri Riflessi, tra arte e comunità uno sguardo contemporaneo

Banditismo, balentia e mito del bandito in Sardegna secondo Marta “Jana sa Koga” Serra
Banditismo, balentia e mito del bandito in Sardegna secondo Marta “Jana sa Koga” Serra

Liquida, il festival che trasforma Codrongianos nel polo vivace della letteratura giornalistica
Liquida, il festival che trasforma Codrongianos nel polo vivace della letteratura giornalistica

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Biden si è ritirato dalle presidenziali Usa! Che succede adesso? Chi è Kamala Harris? – #968

|

Un coliving rurale come risposta al turismo di massa e allo spopolamento

|

Transizione energetica, speculazione o tutela dell’ambiente?

|

Teatri Riflessi, tra arte e comunità uno sguardo contemporaneo

|

Con Four Seasons Natura e Cultura è sempre il momento giusto per viaggiare e scoprire il fascino dell’esotico

|

Crollo alle Vele di Scampia: un drammatico richiamo alla ristrutturazione urbana e alla sicurezza

|

Hanno arrestato Paul Watson. E noi siamo le vittime o i carcerieri?

|

Casa Primera, per una fuga sostenibile e off grid

string(8) "piemonte"