Bacheca cerco/offro
21 Set 2020

Cercasi famiglie per un villaggio ecosostenibile

Scritto da: Fabio
Cercasi famiglie per un villaggio ecosostenibile

Carissimi amici e carissime amiche di Italia che Cambia,
con questo messaggio vi portiamo a conoscenza della nostra proposta per un percorso di cambiamento condiviso.

Siamo tre famiglie che hanno dato vita nel 2005 ad un importante progetto in provincia di Parma. In questa fase storica siamo alla ricerca di due nuove famiglie interessate ad entrare a far parte di un villaggio ecosostenibile orientato alla ospitalità, alla solidarietà (come l’accoglienza di minorenni) ed alla condivisione di uno stile di vita improntato al rispetto della persona e dell’ambiente. Le famiglie attualmente insediate sono coinvolte in esperienze di affido, anche se tale condizione non è vincolante ai fini della candidatura.

Al momento disponiamo di due unità residenziali abitate da due famiglie e di una terza (bifamiliare) terminata da poco con spazi adeguati per una famiglia allargata (7/8 persone) ed una adatta per una coppia. Contestualmente abbiamo in programma, in un futuro non lontano, la realizzazione di altre strutture residenziali per l’insediamento di altre quattro famiglie che prospettiamo di realizzare integrando tecniche di auto costruzione.

Il progetto dell’ecovillaggio ha in programma lo sviluppo di progetti zero emissivi con l’impiego delle rinnovabili, di serre fotovoltaiche, degli animali dell’areale comunque finalizzati a percorsi inerenti l’educazione ambientale e la sostenibilità, sia per studenti e famiglie, sia per giovani e adulti.

La proposta di allargamento alle famiglie è legata all’idea progettuale in cui l’obiettivo è proprio quello di generare convivenza fra otto nuclei famigliari senza escludere l’eventuale presenza di persone single.

Vista la complessità del progetto, le persone che prendono parte a questa esperienza potranno rivestire differenti ruoli in ambiti diversi, in base alla sensibilità, alle competenze e alle singole aspettative. Non sono richieste specifiche abilità o competenze, ma ogni eventuale capacità che verrà messa a disposizione sarà oggetto di confronto per capire come potrebbe essere condivisa nell’economia progettuale.

Al momento non siamo in grado di offrire alcun reddito ed inoltre, essendo le strutture parte del patrimonio di una Onlus, la condizione giuridico fiscale non ci consente di poter insediare nel villaggio attività produttive di carattere privato. Ne consegue che i candidati ideali debbano disporre di un reddito autonomo, tenuto conto che lo stile di vita ed i ridotti consumi energetici delle abitazioni non richiedono significative disponibilità economiche.

Quello che auspichiamo è di incontrare famiglie che abbiano lo sguardo sul futuro, che sognino un futuro a misura di uomo, quindi orientate alla possibilità di dare un significativo contributo alla collettività, attraverso una scelta di vita che sia d’ispirazione per tutti.

Per chi è interessato, proponiamo una giornata, sabato 31 ottobre 2020, di presentazione presso il nostro villaggio sulle colline parmensi, un piccolo workshop per conoscere il progetto e per un approfondimento sulla proposta. Un evento senza impegno ma solo informativo, una occasione per incontrarci e conoscerci. La proposta è aperta a famiglie ed anche a coppie di fidanzati e conviventi. I bambini sono benvenuti.

Grazie fin da ora se pensate di dare seguito alla vostra sensibilità e curiosità.
Per eventuali richieste potete scrivere a famiglia.aperta@teletu.it
oppure telefonare allo 331 590 7601
Con amicizia.

Fabio

Lascia un commento pubblico

Per poter visualizzare più dettagli e contattare l'utente devi prima effettuare l'accesso o registrarti

Le contraddizioni della transizione ecologica nella voce degli indigeni – #418

|

Migliaia di partecipanti e un manifesto del turismo responsabile: ecco IT.A.CÀ 2021

|

Avete passato un buon Black Friday? Ecco a cosa è servita la vostra “felicità”

|

SUQ, il bazar dei popoli dove l’arte si intreccia con le culture del mondo – #10

|

Mondeggi, la fattoria senza padroni, chiama a raccolta il mondo della permacultura per riprogettarsi

|

Il diritto dei bambini all’aria pulita: le strade scolastiche come antidoto a traffico e inquinamento

|

Fuga dalla città. Una seconda vita sulle colline piacentine

|

Assamil: una delle comunità più giovani d’Italia cresce e cerca una nuova casa