Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
5 Ott 2020

Cerco vicinato solidale

Scritto da: Matteo
Cerco vicinato solidale

Ciao a tutti, vi chiediamo di far girare 😉🙏

Ciao siamo Consuelo, Matteo ed il piccolo Libero (10 mesi).
Stiamo cercando un luogo e delle persone con cui condividere il nostro sogno che più o meno suona così: un terreno, delle casette e la gioia della condivisione data dal semplice vicinato!
Noi attualmente viviamo in Toscana, in provincia di Firenze, e rimanere nei paraggi non ci dispiacerebbe, ma siamo disposti a cambiare idea, qualora ne valga la pena.
Cerchiamo un terreno con ruderi in modo da poter costruire o ricostruire diversi nuclei abitativi in bioedilizia.
Possibilmente il terreno dovrebbe essere in zona rurale ma non troppo isolata e non troppo lontana da un centro medio grande (max 40 minuti).
Per questo cerchiamo persone/famiglie con bambini che vogliano comprare un terreno ed avviare l’autocostruzione o la costruzione di vari nuclei abitativi indipendenti.
Come indipendente vorremmo che fosse la gestione della propria vita, quindi condivisione del posto senza nessun vincolo se non il vicinato e quello che ne può venir fuori spontaneamente per esempio gestione dei bambini, laboratori di vario genere, progetti agricoli e chi più ne ha più ne metta…
La presenza di bambini per noi è molto importante, ci piacerebbe far crescere Libero con altri bimbi e magari far partire anche un progetto di asilo.
Ci piace la vita all’aperto, fare passeggiate in natura, fare l’orto e coltivare qualche pianta officinale, Consuelo vorrebbe fare qualche esperienza con le api, Matteo si sta appassionando agli ulivi…
Ci piace il cibo sano e gustoso ma soprattutto ci piace condividerlo con gli altri.
Matteo è un ballerino (danze popolari) “provetto” e Consuelo si lascia portare ed improvvisa, quindi, benvenuti i suonatori, i danzatori e soprattutto tutti coloro che amano la buona compagnia.
Siamo aperti a conoscere altri sognatori e a scambiarci idee.
Grazie

2 risposte a “Cerco vicinato solidale”

  1. Avatar Sergio ha detto:

    Ciao Consuelo e Marco, spero possiate leggermi qui. Siamo Sergio, Valentina e Nahele ( 2 anni e 2 mesi).
    Ho trovato il vostro annuncio in linea con il nostro pensiero.
    Vorrei sapere se avete un’idea già di come muovervi, soprattutto per quanto riguarda le abitazioni, la zona, ecc.
    Valentina è un insegnante di scuola primaria e io un suonatore di musica africana del Burkina Faso a tempo perso 😀 Ciao!

  2. Avatar Sara_An ha detto:

    Ciao 😀,
    anche io e il mio compagno stavamo cercando un progetto comunitario il cui legame fosse il vicinato potendo mantenere ciascuno la sua indipendenza e vedendo cosa può nascere spontaneamente e abbiamo visitato e ci sentiamo di consigliare questo progetto, al quale speriamo di poterci presto aggregare:

    https://www.facebook.com/groups/econaturalselection/permalink/2867308133307983/

Lascia un commento pubblico

Per poter visualizzare più dettagli e contattare l'utente devi prima effettuare l'accesso o registrarti

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia Ã¨ da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

La situazione Covid, fra coprifuoco, scuole e terapie intensive – Io Non Mi Rassegno #236

|

Orizzontale: gli architetti che rigenerano lo spazio pubblico e creano comunità – Io faccio così #304

|

Vaia, la startup che pianta nuovi alberi nei boschi delle Dolomiti distrutti dalla tempesta

|

Imparare per il futuro: il nostro racconto del viaggio Erasmus verso la sostenibilità

|

Casa Asger Jorn, l’eredità dell’artista danese divenuta un museo diffuso per la comunità

|

Le donne guidano la transizione ecologica in agricoltura

|

Le Galline Felici supportano la Sicilia Che Cambia!

|

Il borgo di Biccari diventa la prima comunità energetica rinnovabile