La mappa dell'Italia che Cambia

Made in Carcere

Made in Carcere

Il marchio Made in Carcere nasce nel 2007, grazie a Luciana Delle Donne (Ashoka Fellow), fondatrice di Officina Creativa, una cooperativa sociale, non a scopo di lucro. Si producono manufatti “diversa(mente) utili”: borse, accessori, originali e tutti colorati.

Sono prodotti “utili e futili”, confezionati da donne ai margini della società: 20 detenute, alle quali viene offerto un percorso formativo, con lo scopo di un definitivo reinserimento nella società lavorativa e civile. Le detenute coinvolte hanno la possibilità di imparare un lavoro e mantenersi o mandare i soldi a casa.

Lo scopo principale di Made in Carcere è diffondere la filosofia della “seconda opportunità” per le detenute e della “doppia vita” per i tessuti. Un messaggio di speranza, di concretezza e solidarietà, ma anche di libertà e rispetto per l’ambiente.

Ironia, semplicità e creatività sono le caratteristiche che contraddistinguono i prodotti Made in Carcere. Sono manufatti che nascono dall’utilizzo di materiali e tessuti esclusivamente di scarto, provenienti da aziende italiane che credono nel progetto e particolarmente sensibili alle tematiche sociali ed ambientali.

Chi compra da Made in Carcere sostiene un progetto rieducativo che fa bene all’ambiente. Made in Carcere è un marchio registrato da Officina Creativa s.c.s.

Ultimo aggiornamento del 12 Aprile 2022

Articoli che parlano di questa realtà

Luciana delle Donne di Made in carcere: “L’economia del futuro è donarsi al prossimo” – Dove eravamo rimasti #5
Luciana delle Donne di Made in carcere: “L’economia del futuro è donarsi al prossimo” – Dove eravamo rimasti #5

Approfondisci
Io Faccio Così #156 – Made in Carcere: una rivoluzione solidale nel mondo della moda

Approfondisci

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Facebook

Youtube