3 Dic 2019

Dal Mes alla Cop25 – Io Non Mi Rassegno #28

Il Meccanismo europeo di stabilità (Mes) anche detto fondo salva stati tiene banco sui quotidiani nazionali e sta facendo discutere il governo. Ma di cosa si tratta? E quali sono le riforme più controverse al suo interno? Intanto è iniziata ieri a Madrid la conferenza sul clima Cop25, con il discorso di apertura del segretario generale dell’Onu Antonio Guterres e le dichiarazioni della Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e del presidente dell’Honduras Hernandez.

Podcast:

Articoli:

#Mes
il Post – Il MES, spiegato bene 
Comune-info – MES, un trattato senz’anima
Valigia Blu – Lo scontro Conte-Salvini e il Fondo Salva-Stati

#Cop25 #clima
Ansa – Clima: Onu, la scelta è tra speranza e capitolazione
GreenReport – Clima, al via la Cop25 di Madrid: un mondo a due velocità, diviso tra nazioni virtuose e in ritardo?
The Guardian – Climate crisis: what is COP and can it save the world?

#Tifone #Filippine
Al Jazeera – 200,000 evacuated as Typhoon Kammuri lashes Philippines

#finanza #clima
Valori – Per salvare il Pianeta deve cambiare anche la finanza globale

#plastica
Ansa – Plastica al bando nei Caraibi dal 2020 

#carbone
The Guardian – Coal power becoming ‘uninsurable’ as firms refuse cover

#inquinamento #India
Lifegate – India. Uno strato di schiuma tossica ricopre il fiume Yamuna

#Pfas
Italia che Cambia – Pfas: informare nelle scuole per agire insieme

#manifestazioni #Iraq
Al Jazeera – Iraq’s striking students defiant amid unrelenting protests

#povertà
Internazionale – Cosa significa essere poveri oggi in Italia

#Repubblica #vendita
il Post – La storia più grossa in mezzo secolo di giornali italiani

#fake news
Valigia Blu – I troll russi sono riusciti a “convincere” i media, ma non l’elettorato

La sola rassegna stampa che non segue l’agenda setting! 

Questa rassegna stampa dal lunedì al venerdì vi tiene informati su quello che succede nel mondo, scegliendo liberamente di non seguire le logiche dell’informazione mainstream. 

È gratuita e disponibile per tutti grazie al contributo di chi crede nel nostro giornale. Fallo anche tu, diventa un attivista digitale e aiutaci a costruire ogni giorno un’informazione diversa, senza filtri, autentica. 

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace


Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Il Cile è pronto a rivoluzionare la costituzione! – Io Non Mi Rassegno #371

|

Ossa forti e in buona salute per tutta la vita

|

Fondo Forestale Italiano: compriamo boschi per salvarli dall’abbattimento

|

La ‘ndrangheta non è un alibi, la Calabria può cambiare

|

Jonida Xherri e la sua arte partecipata che unisce i popoli

|

Il ciclo mestruale e il ciclo della vita. Un miracolo che si ripete ogni mese – Amore Che Cambia #5

|

Ammàno: “Torno in Calabria per fare il contadino”

|

Lo sviluppo delle aziende nella transizione ecosostenibile